Felice Palamara, giovane seminarista

Manca meno di un mese al conferimento del sacro ordine del Diaconato al giovane seminarista Felice Palamara, appartenente alla parrocchia della SS. Annunziata, ma la notizia si è già sparsa velocemente tra i fedeli, che l’hanno accolta con gioia.
Sabato 20 novembre alle 17, infatti, durante la vigilia della solennità di Cristo re dell’universo, nella Cattedrale di Mileto il vescovo mons. Luigi Renzo conferirà il diaconato a quattro giovani della Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea. Con il diaconato, primo grado del sacramento dell’ordine, i giovani compiranno un passo importante verso il sacerdozio. In questa circostanza verranno pronunciate le promesse di celibato e obbedienza e l’impegno alla preghiera quotidiana.

Molti sensi unici e divieti di sosta

Traffico meno congestionato all’uscita della scuola. Questo l’obiettivo che ha spinto l’amministrazione comunale di Tropea a istituire una serie di divieti di sosta e di sensi unici di marcia nelle vicinanze dei plessi scolastici. L’ordinanza, in particolare, è mirata a regolamentare la circolazione nei pressi della scuola elementare e di quella materna, «al fine di agevolare –si legge nel documento – la mobilità dello scuolabus e delle famiglie degli studenti che quotidianamente si recano presso le sedi scolastiche».

La commemorazione dei defunti

Per molte persone il giorno della commemorazione dei defunti rappresenta, spesso, una delle poche occasioni per riportare alla mente ricordi di parenti, amici o semplici concittadini con cui si è condivisa un’esperienza di vita.
In alcuni cimiteri, come quello di Tropea, è difficile non lasciarsi suggestionare dal susseguirsi di innumerevoli lapidi ultracentenarie, dalla presenza di grandi  monumenti innalzati in ricordo dei propri cari estinti, dalle tante tombe incaricate di custodire i figli più illustri della città.
Uomini santi e venerabili, nobili patrizi e valorosi ufficiali, artisti del calibro di Albino Lorenzo o di Raf Vallone, tutti insigni personaggi che hanno dato lustro e onori alla città, portandosela nel cuore anche quando, ancora in vita, si trovarono altrove.

Marina del Convento, ennesimo crollo

Ieri pomeriggio, attorno alle 18, si è verificato l’ennesimo crollo di materiale dal costone della rupe nei pressi della Marina del Convento. Nello stesso punto, a una decina di metri di distanza, erano caduti i grossi massi che richiesero l’intervento della provincia e la costruzione del cosiddetto “muro del pianto”. La frana di ieri, per fortuna, non ha provocato danni a cose o persone, ma poteva risolversi in una tragedia, se vi fosse stato qualcuno nel tratto di strada sottostante. Il lungomare è stato chiuso al traffico in via precauzionale.

La cometa 103P/Hartley 2 si avvicina

Il prof. Toni Scarmato è laureato in Astrofisica all’Università di Bologna classe ’88. Residente a San Costantino di Briatico, socio dell’Unione astrofili italiani e collaboratore della NASA è un “cacciatore di comete”. È conosciuto a livello internazionale ed in particolar modo per la scoperta della cometa numero 1000 attraverso il satellite artificiale Soho (Solar heliospheric observatory).

La bisaccia del pellegrino

Novembre 2010, prima settimana: 31 ottobre-6 novembre 2010
1. Vangelo della domenica – «Zaccheo: l’uomo ritrovato».
2. Aspetti della vita – Tutti i Santi e Tutti i Defunti.
3. Un insegnamento di S. Alfonso – L’apparecchio alla morte.
4. La settimana con la liturgia = 1-6 novembre
5. Saggezza calabrese = Giudizio: inferno o paradiso?

Lo spirito è quello giusto

Ottimo esordio casalingo dell’Asd Nuova Tropea presieduta da Gaetano La Torre che si è imposta con tre reti a zero sull’Angels Team di Zambrone. Lo stadio Girolamo Grillo di Parghelia è stato letteralmente invaso da tantissimi tifosi, appassionati e famiglie con bambini, proprio come  i dirigenti della nuova realtà calcistica si aspettavano. E’ stato tutto perfetto grazie all’organizzazione e al lavoro instancabile della dirigenza e dei collaboratori  Gregorio Scidà e Tony Addolorato, ai ragazzi che hanno organizzato un punto ristoro e hanno fatto da speaker elencando le formazioni. Tanto entusiasmo che si è tradotto nell’assistere ad una partita sostanzialmente dominata, specialmente nel secondo tempo, dalla squadra di casa che indossava i colori biancoazzurri.