La forza del canto e della preghiera

Provando una strana pace e perfino gioia, fratello David ha iniziato a cantare della resurrezione di Gesù ai suoi sequestratori, usando la loro lingua. Sulle prime sono rimasti sorpresi, ma poi il loro cuore si è addolcito. I soldati hanno deciso di rimandare il monaco al suo monastero, ma prima hanno voluto mostrare ai loro amici il “fratello americano che cantava”.

Novena a Santa Domenica, IV giorno

Riferimento biblico
«Sono stato crocifisso insieme a Cristo; vivo, però non più io, ma vive in me Cristo. La vita che ora io vivo nella carne, la vivo nella fede, quella nel Figlio di Dio che mi amò e diede se stesso per me.
Non rendo vana la grazia di Dio; se infatti la giustizia proviene dalla legge, allora Cristo è morto per nulla». (Gal 2,19-21)

La voglia di lavorare e la capacità di fare #rete

Il 27 giugno, i parlamentari Dalila Nesci, Laura Ferrara, Carla Ruocco, Carlo Sibilia, Michele Dell’Orco e Mirella Liuzzi hanno incontrato a Tropea gli imprenditori calabresi.
Il Pmi tour #M5S ha fatto tappa in Calabria. nella sala “Print Academy” della “Grafiche Romano” di Mario Romano Presidente dei giovani imprenditori di Confindustria.
Si è avviata una sinergia in favore dell’imprenditoria in Calabria, regione che soffre l’assenza dello Stato e che si ritrova, purtroppo, una classe politica spesso mangiona e incompetente.
“In Calabria -dice la Deputata Dalila Nesci- dobbiamo voltare pagina con le idee, la voglia di lavorare e la capacità di fare rete”.
Molti gli inprenditori ed attivisti che hanno partecipato all’evento, soddisfatti gli organizzatori.

Don Francesco Mottola “martire di amore”

Per il Vescovo” tutto ciò che non consente all’uomo di vivere con dignità non può andare d’accordo col Vangelo. Tutti i diritti sono da salvaguardare, ma non dimentichiamo che ad ogni diritto corrisponde un dovere. Se non c’è coerenza tra ciò che crediamo e come viviamo, siamo vuoti ed insignificanti per noi e per gli altri”.
Parole forti quelle pronunciate dal Vescovo che ha additato la santità di don Mottola, come “esempio e stimolo in questo nostro mondo così pieno di contraddizioni, ma anche così bello da vivere e da costruire insieme”.
Al termine della celebrazione, il Vescovo e i concelebranti si sono recati dinanzi alla tomba del Venerabile per un momento di venerazione e di preghiera.