Fede e dintorni

LA PREGHIERA DI UNA COMUNITÀ ECUMENICA DI SUORE

Nel cuore delle montagne svizzere vive una comunità di suore riformate che ha realizzato il sussidio per l’Ottavario di preghiera per l’unità dei cristiani. – Si potrebbe definirla “l’avventura ecumenica della comunità di Grandchamp” in Svizzera.- Un luogo di preghiera, di vita comunitaria e di accoglienza, dove vivono 38 religiose di tradizione riformata provenienti da diversi Paesi di mondo. – L’esperienza di pregare in silenzio, ascoltando tutti la stessa Parola, ha rivelato alle suore che tutti possiamo essere molto uniti, in comunione con i nostri fratelli e sorelle.- In questo periodo di pandemia, soprattutto durante il lockdown la comunità, di solito accogliente e ospitale, è diventata un vero monastero di clausura, non c’era più nessuno che entrava, pregava o consumava il pasto insieme ad essa. Ed ora sta facendo anche l’esperienza della quarantena, dato che dieci suore sono state contagiate.

Fede e dintorni

IL DONO CHE CIASCUNO PORTA IN SÉ

Scoprire il dono che ciascuno porta in sé e può arricchire gli altri. E’ questo il vero cammino di fraternità che dovrebbe impegnare tutti noi, ed è quanto auspicato dalla preghiera per l’unità dei cristiani in corso in questi giorni. – Ed è quanto ha sperimentato una giovane poliziotta a Roma nella singolare storia di amicizia con un clochard e il suo cagnolino. Una storia senza i nomi dei protagonisti, ma vera, dove si respira la vera umanità che abita anche la vita degli ultimi.

Attualità Cultura e Società

CARONTE SPIEGA IL PERCHE’ TROPEA NON E’ RIUSCITA A DIVENTARE CAPITALE DELLA CULTURA

Dichiarazione resa alla Stampa della Coordinatrice del Gruppo di Lavoro Tropea Capitale Italiana della Cultura 2021/2022 “La mia amarezza cresce a dismisura perché ritengo che c’è stata tolta la possibilità di partecipare ad armi pari a questa importante competizione…” Sono davvero felice per Procida vincitrice del prestigioso titolo di capitale italiana della cultura per il […]

Fede e dintorni

MANCANO ZAPPA E CONCIME

I Padri spirituali per indurre i fedeli a coltivare bene l’orto del proprio animo ed ottenere buoni risultati nel cammino spirituale dicono che è necessario usare continuamente la zappa della mortificazione per togliere dal proprio cuore le erbacce dei propri vizi e le fragilità proprie della natura umana. E bisogna aggiungere spesso il concime delle buone opere per mantenere il cuore aperto ai fratelli e alle sorelle che sono nel bisogno. E il cammino non finisce mai.

Attualità Cultura e Società

AL MAESTRO LORENZO L’INTITOLAZIONE DEL VIALE “STAZIONE”

Relazione ed elementi della proposta Viale Stazione sarà a breve interessato da un profondo restyling che lo renderà un tutt’uno con il corso principale. L’amministrazione conta, inoltre, di commissionare la realizzazione di un scultura che ricordi il Maestro “Proposta di intitolazione di un’area del territorio comunale, precisamente Viale Stazione nel tratto ricompreso tra l’intersezione con […]

Attualità

BENEDIZIONE DEGLI ANIMALI NELLA PANDEMIA IN CORSO

Il 17 gennaio viene ricordato Sant’Antonio abate, il “padre dei monaci” e il protettore degli animali che, solitamente in questo giorno, vengono benedetti con belle iniziative e larga partecipazione di fedeli. Negli anni scorsi, gli allevatori allestivano a Roma in Piazza San Pietro una piccola fattoria con tanti animali, poi passava il Cardinale Vicario e li benediceva. – Quest’anno, in tempo di pandemia, la benedizione è stata affidata ai media social per evitare assembramenti inopportuni. – E così anche gli animali hanno preso parte alle conseguenze delle ristrettezze imposte dalla crisi del coronavirus. E il protettore degli animali? Avrà guardato con paterno sorriso alle nostre difficoltà in questo deserto da Covid-19, ricordando a tutti quelle superate da lui nella sua vita nel deserto.

Attualità

CHIERICHETTI DIVENTATI PAPI

I chierichetti sono da sempre una ricchezza vocazionale delle parrocchie. E il tempo trascorso come chierichetti resta pieno di nostalgia nella memoria degli adulti cresciuti e impegnati poi nelle battaglie della vita. – “Gesù salì sul monte, chiamò al suo seguito alcuni, quelli che volle, ed essi s’avvicinarono a Lui”: la vocazione troverà la sua realizzazione se c’è fedeltà a Colui che chiama, nonostante a volte ci possano essere delle fragilità.

Attualità

APPELLO PER UNA COMUNITÀ FORTE E COESA

Il coordinamento di Libera continuerà a tenere alta l’attenzione I casi eclatanti e le operazioni coordinate dalla Magistratura in Calabria mettono a nudo la sconcertante rappresentazione di alti esponenti istituzionali e della politica a vari livelli Un quadro allarmante e cristallizzato nella memoria collettiva, che impone una chiamata alla responsabilità per l’intera comunità reggina e […]

Fede e dintorni

SEGUIRE GESÙ PER SALVARE IL MONDO

“Abbiamo trovato il Messia, cioè il Cristo”. Cercare Gesù e trovarlo è il senso di tutta la nostra vita. – Cercare Gesù insieme ai nostri fratelli e sorelle di altre confessioni cristiane soprattutto in questa Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani: senza di Lui non possiamo far nulla. – Cercare Gesù insieme ai sofferenti in questa dura pandemia del coronavirus. – Cercare Gesù insieme a migranti e rifugiati, che sono uomini e donne in cerca di pace. – “Amatevi gli uni gli altri come io ho amato voi” (Gv 15,12b).

Attualità

TAMPONI PER CIRCOSCRIVERE I CONTAGI

Un appello affinché venga effettuato uno screening alla popolazione “I genitori, in sostanza, hanno chiesto uno screening di tamponi antigenici con l’obiettivo di rasserenare se stessi e la popolazione e circoscrivere il perimetro dei contagi” Desta stupore e sconcerto la testardaggine mista a presunzione con cui il sindaco di Tropea si ostina a disattendere alle […]

Fede e dintorni

QUANDO IL MALE CONCORRE AL BENE

«Tutto concorre al bene di coloro che amano Dio» (Rm 8, 28) nel senso che “Dio fa concorrere tutto al bene di coloro che lo amano”. – Dio non ha per ciascuno di noi un amore generico, ma un amore personale e speciale e fa concorrere tutte le cose al bene, in coloro che lo amano. – Ecco perché questa novità c’è chi la vede e chi no; c’è chi la sperimenta e chi no. – Il male può concorrere al bene e Sant’ Agostino aggiunge “anche il peccato!”. purché si ami Dio. – La storia biblica di Giuseppe e quella odierna di Nick Vujicic ne sono la prova.