A Tropea chiusi gli uffici del giudice di pace

Richiesto l’intervento dei Carabinieri della Compagnia di Tropea

Avvenuta di fatto il 29 aprile 2014 la loro chiusura

Alcuni avvocati con i Carabinieri della Compagnia di Tropea - foto Libertino
Alcuni avvocati con i Carabinieri della Compagnia di Tropea – foto Libertino

Uffici chiusi e pratiche da smaltire. Con la chiusura effettiva degli uffici del giudice di pace di Tropea sono stati in molti gli avvocati che, questa mattina, hanno espresso il proprio disappunto per una situazione divenuta ormai insostenibile.
La chiusura degli uffici, avvenuta di fatto lo scorso 29 aprile, avrebbe dovuto permettere, per i prossimi sei mesi, lo smaltimento delle pratiche, rinviando di fatto la chiusura al prossimo ottobre. Così, invece, non è stato, con il trasferimento del personale in servizio a Tropea negli uffici di Vibo Valentia e con la chiusura materiale degli uffici tropeani. Nella mattinata di oggi, di fronte allo stesso giudice di pace e agli avvocati, è stato richiesto l’intervento dei carabinieri della compagnia di Tropea al fine di prendere atto dell’impossibilità di accedere agli uffici che, in assenza di personale, non hanno potuto svolgere le loro funzioni.

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino
Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.