A Tropea “Tra realtà e apparenza”

Il cineforum organizzato da tre ragazze tropeane

Le proiezioni si svolgono ogni Venerdì nella Biblioteca Comunale “Albino Lorenzo” alle ore 21 fino al 2 Marzo

Maria Teresa Gentile, Maria Romana Pedazzo
Maria Teresa Gentile, Maria Romana Pedazzo

«In un flusso crescente di emozioni, il cinema offre la possibilità di conoscere e approfondire gli argomenti più vari, che dalla realtà più cruda passa a passioni travolgenti, capace di coinvolgerci nel nostro intimo più profondo».
Si presenta in questo modo il progetto cineforum “Tra realtà e apparenza”, un’iniziativa intrapresa da tre giovani ragazze tropeane, Maria Teresa Gentile, laureanda in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo, Maria Romana Pedazzo e Jenny Godano, laureanda in Scienze Politiche. Le proiezioni si svolgono ogni Venerdì nella Biblioteca Comunale “Albino Lorenzo” alle ore 21 fino al 2 Marzo. Il tema che ha motivato la scelta delle pellicole da proiettare nei cinque incontri previsti è quello relativo alla messa in discussione del limite invisibile tra realtà e apparenza. Infatti, come viene spiegato nella nota introduttiva al programma del cineforum «Si affrontano i tanti temi della realtà e del carattere dell’uomo, il tema del potere e del privilegio. In ognuno dei film proposti si suggerisce l’esistenza di una realtà che sfugge al controllo dell’uomo, ed è qui che la realtà si trasforma in fuga e sogno, aggressività e bisogno di affermazione. Nei film tutto è reale o potrebbe esserlo! Su ciò si vuole riflettere, sul divenire di una realtà in constante cambiamento e sulla impossibilità di comprenderla e definirla, sull’illusione di vivere una realtà vera e fittizia». La prima serata del cineforum è stata dedicata alla proiezione del film “The beach”, avvincente pellicola del regista Danny Boyle, prodotta nell’anno 2000, con protagonista Leonardo di Caprio. Il Venerdì da poco trascorso, invece è stata la volta del film ”La pelle che abito” di Pedro Almodòvar. I due capolavori presentano storie di genere diverso, ma per la loro impostazione e soprattutto per il messaggio che intendono trasmettere si inseriscono perfettamente nel percorso di riflessione che le giovani hanno scelto per questo interessante progetto. I prossimi appuntamenti sono quelli del 22 Febbraio con “Se mi lasci ti cancello” di Michel Gondry, del 1 Marzo con “American History X” di Tommy Kaye e del 8 Marzo con Shutter Island di Martin Scorsese. Una valida iniziativa quella delle tre ragazze che hanno deciso di ravvivare la comunità giovanile tropeana e creare un importante fattore di aggregazione e di riflessione attraverso un fenomeno culturale universale quale la settima Arte, il cinema.

Condividi l'articolo