Al Liceo di Tropea laboratorio di genere

Comunicato stampa

Giornata Internazionale Contro la Violenza Sulle Donne

Il Dirigente Scolastico Beatrice Lento - foto Libertino
Il Dirigente Scolastico
Beatrice Lento – foto Libertino
L’Istituto Superiore di Tropea, in occasione della Giornata Internazionale Contro la Violenza Sulle Donne, inaugura ,con qualche giorno di anticipo, presso il Liceo Classico “P.Galluppi, l’Indirizzo più antico dell’Istituto, l’”Aula Mnemosyne “, un laboratorio di genere da cui si svilupperà un percorso formativo condiviso da tutti gli studenti : dai liceali del Classico e dello Scientifico agli allievi del Professionale per il Commercio, per il Turismo e per i sevizi Enogastronomici. Il 22 Novembre l’aula prenderà il via grazie alla raccolta di libri sulla violenza contro le donne, donata da Luigia Barone, Vice Presidente di Differenza Donna “ e di “ Attivamente coinvolte“ che da anni collabora con l’Istituto nella dimensione delle Pari Opportunità di Genere.
Mnemosyne, a metà strada tra il salotto letterario e la sala riunioni, costituisce il cuore di un percorso di ricerca che abbraccerà l’intero Istituto, animato da libri e testimonianze.
Quattro gli steps fondamentali di un iter in progress da realizzare nel corso dell’anno scolastico: l’anoressia, la sfida alla mafia, la forza di andare contro corrente, i diritti nell’Unione Europea, il tutto vissuto al femminile. A fungere da input ai quattro temi in discussione altrettanti libri definiti nel progetto “Libripelle” libri, cioè, capaci di vestire, proteggere e fortificare offrendo come culla il calore e il nutrimento della cultura : “Briciole “di Alessandra Arachi “, Le Ribelli” di Nando Dalla Chiesa ,”Sposati e sii sottomessa“ di Costanza Miriano e “I diritti della donna nell’Unione Europea“ di Maria Grazia Rossilli.
Luigia Barone, tropeana di nascita, che da tempo opera nei centri antiviolenza della Capitale, oltre a collaborare con la regione Calabria, sempre nel campo del contrasto al femminicidio e a tutte le forme di sopraffazione della donna, è una ex studentessa del Liceo Classico tropeano e forse anche per questo gli riserva attenzioni speciali offrendo, grazie all’esperienza maturata sul campo, stimoli di forte valenza formativa.
Nel corso dell’inaugurazione del laboratorio di genere, a cui parteciperanno studenti e docenti dei vari Indirizzi, verrà proiettato il corto “Attivamente”, gli studenti si esprimeranno in performance teatrali e la Barone offrirà le sue riflessioni sul tema “L’impegno quotidiano a tutela della donne e dei minori vittime di violenza“
“Siamo convinti dell’importanza del libro ai fini formativi , sia esso quello tradizionale o quello telematico poco importa ciò che conta è imparare ad amarlo. Mnemosyne vuole coniugare il valore del libro assieme a quello delle Pari Opportunità in un percorso reso ancora più ricco ed emozionante dalla presenza di testimonianze. Tutti i temi svolti rispondono ai bisogni emergenti tra i nostri ragazzi ma abbiamo deciso di riversare l’impegno maggiore al tema dell’anoressia e più in generale a quello dell’immagine della donna attraverso i media considerata la cogenza della problematica Luigia Barone ci ha donato lo stimolo d’avvio del progetto e non solo, perché di fatto ci seguirà in tutto il percorso che si concluderà simbolicamente con la festa dell’8 Marzo”

La dirigente
Beatrice Lento

Condividi l'articolo
Redazione
Redazione
Tropeaedintorni.it nasce come sito web indipendente nel 1994 e, dal 6 dicembre 2007, diventa Testata giornalistica (reg. n° 5 presso il Tribunale di Vibo Valentia). Redazione e amministrazione via Degli Orti n° 15 – 89861 Tropea (VV)