Tropea, il mare riconsegna un cannone

Costa di Italo, estate 2000 Il 27 luglio due turisti in vacanza nella località calabrese, capitale del turismo regionale, nuotando nel mare della spiaggia S. Leonardo, e a pochi metri dalla riva, hanno individuato un cannone, presumibilmente dell’età napoleonica Tropea – Grazie a due turisti è stato recuperato un cannone che da qualche centinaio di […]

Immergersi a Capo Vaticano

Un itinerario subacqueo alla scoperta degli splendidi fondali di Tropea e Capo Vaticano popolati da una ricca fauna e flora mediterranea.
Il promontorio di Capo Vaticano è uno dei punti più belli della costa calabra: un mare incredibilmente limpido sotto la cui superficie si trovano mille spunti per splendide immersioni.

Una passeggiata in paradiso

L’amenità dei luoghi della Costa di Italo sono un prodigio della natura, voluta così da Dio. L’uomo, a cominciare da chi ha più responsabilità, ha il dovere di contribuire con il massimo sforzo fisico e morale, affinché quanto indicato come “un luogo da paradiso” non venga vissuto come un inferno.

Giuseppe Caserta

Ancora vane le ricerche per ritrovare Giuseppe Caserta
Martedi 16 Giugno 1998 alle 19,30 circa nei pressi di Briatico si sono perse le tracce di Giuseppe Caserta,

Premio Letterario Giuseppe Berto ’98

Sabato 6 giugno a Capo Vaticano, è stato assegnato il Premio Letterario “Giuseppe Berto, edizione 1998” per un’opera prima in narrativa italiana.
Vincitrice del premio è Helena Janeczek, per il libro Lezioni di Tenebra, il suo primo romanzo il lingua italiana.

L’utilità della “Consulta”

Per dodici mesi all’anno la città di Tropea offre iniziative culturali e sociali di grande interesse. Il merito è sicuramente di quelle associazioni che giornalmente sono impegnate a sviluppare progetti secondo “vocazioni e attitudini” degli aderenti. E’ comunque fondamentale il lavoro di coordinamento svolto dalla Consulta.

I Vigili migliori d’Italia

Il Corpo di Polizia municipale di Tropea ha ricevuto un premio speciale per l’opera di servizio ed assistenza, svolto, specialmente d’estate, a favore dei villeggianti. Il loro impegno si distingue per professionalità e competenza, titoli maturati innanzitutto per la loro continua presenza su tutto il territorio cittadino, e perché sempre disponibili alle esigenze ed agli imprevisti che si possono verificare nei periodi di super affollamento.

Attività culturali a Zambrone

Sabato 11 aprile si è svolta a Zambrone una rappresentazione drammatica sulla Passione di Gesù.
Un momento della rappresentazioneIl dramma, un atto unico scritto in dialetto zambronese dal Dott. Massimo L’Andolina, è stato allestito dallo stesso autore, nella parte di Gesù, e da altri cittadini di Zambrone, attori dilettanti.

“Un amore chiamato Tropea”

Si tratta di una produzione cinematografica della Trophaeum. E’ stata realizzata da Salvatore Libertino e da Bruno Cimino. Attraverso una storia capace di infrangere le barriere del tempo, si entra nello splendore di una città ricca di tradizioni popolari e di bellezze naturali. Il film, in sistema Vhs Pal, è disponibile in italiano, inglese (A love called Tropea) e tedesco (Eine liebe mit dem namen Tropea).

Tropea dell’Arcadia

RICHIESTA D’INFORMAZIONI SU TROPEA DELL’ARCADIA.
L’associazione italiana Trophaeum, che svolge attività culturale nella città di Tropea in Calabria (Italy), è interessata a ricevere qualsiasi notizia relativa alla omonima località in Grecia, sulle alture del Peloponneso, nella regione dell’Arcadia.
Un infinito ringraziamento a chiunque vorrà aiutarci con l’invio di notizie a riguardo.

Tropea dell’Arcadia

L’associazione italiana Trophaeum, che svolge attività culturale nella città di Tropea in Calabria (Italy), è interessata a ricevere qualsiasi notizia relativa alla omonima località in Grecia, sulle alture del Peloponneso, nella regione dell’Arcadia.
Un infinito ringraziamento a chiunque vorrà aiutarci con l’invio di notizie a riguardo.

Il libro più letto

Nel giugno 1993 uscì la prima edizione del libro “Tropea, perla del Tirreno e capitale delle vacanze” di Bruno Cimino e Salvatore Libertino. Con le successive due ristampe la pubblicazione (circa diciottomila copie) risulta essere il libro più divulgato tra tutti gli scritti sulla città, un primato che difficilmente sarà superato.