Basta guardare in alto

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Basta guardare in alto.

– La ricerca del benessere che spesso si confonde con la felicità, spinge le persone a guardare nelle occasioni che offre la vita, che purtroppo non sempre presentano un bene pulito.
– Quante scelte non buone si fanno, spinti dalle circostanze o dagli “amici”: droga, imbrogli, furti di ogni genere (e c’è anche chi ringrazia… Dio per essere riuscito ad “arrangiare” la giornata pur con mezzi non leciti).
– E invece Dio invita a guardare in alto e a chiedere con fiducia quanto ci occorre: “Dacci oggi il nostro pane quotidiano…”.
– Guardare in alto, invocare con fiducia per un credente deve essere un esercizio quotidiano. Dio sa riservare belle sorprese a coloro che confidano in Lui. – Quante testimonianze di santi ci incoraggiano in questa direzione.

Il frutto era sull’albero.
♦ Una volta, una ingenua signora di campagna andò a prendere l’acqua ad una sorgente molto pulita.
Quando si chinò sulla conca, ma rimase sorpresa: vide un grande frutto colorato, maturo, nell’acqua. Allungò il braccio e cercò di prenderlo, ma il frutto era sparito. Ritirò il braccio e il frutto ricomparve.
Ci voleva poco per capire, ma la donna si impuntò a guardare nella conca.
♦ In quell’acqua pulita, quella donna provò più volte a prendere il frutto senza riuscirci.
Finalmente qualcuno venne a dirle:
– Guarda che il bel frutto è sull’albero!
Fu allora che la donna si rese conto che il frutto si rifletteva nell’acqua, mentre era proprio sulla sua testa. Quella donna aveva trascurato di alzare lo sguardo!
Guardando solo n basso, non avrebbe mai assaggiato il delizioso frutto.

E così, molte persone trascorrono la vita inseguendo la felicità, ma guardando solo verso il basso e cercando in questo mondo corrotto e competitivo.
La “felicità” che trovano è solo un miraggio, come quel frutto nell’acqua. Non ci sazia e siamo sempre vuoti e alla ricerca.
Se guardiamo in alto, troveremo Dio, nostro Padre e la sua Famiglia e tutti i santi del cielo.
Troveremo anche la Santa Chiesa e tutti i mezzi per renderci felici.
Questi sono i frutti veri e gustosi che stanno molto vicino alla nostra testa e facilmente accessibili.
(Fonte: Historinhas do Padre Queiroz, redentorista brasiliano).

La ricerca del benessere che spesso si confonde con la felicità spinge le persone a guardare nelle occasioni che offre la vita, che purtroppo non sempre presentano un bene pulito. Quante scelte non buone si fanno, spinti dalle circostanze o dagli “amici”: droga, imbrogli, furti di ogni genere (e c’è anche chi ringrazia… Dio per essere riuscito ad “arrangiare” la giornata pur con mezzi non leciti). E invece Dio invita a guardare in alto e a chiedere con fiducia quanto ci occorre: “Dacci oggi il nostro pane quotidiano…”.

Condividi l'articolo