“C’eravamo tanto a(R)mati”

Giovedì 29 settembre sarà presentato a Tropea, alle ore 18, presso l’Antico Sedile il libro “C’eravamo tanto a(R)mati”, per la casa Editrice Settecolori, edizione rinnovata di un opera che tanto interesse suscitò nella prima metà degli anni ottanta.

Michele Cucuzza è stato a Tropea

Il noto volto Rai Michele Cucuzza è stato a Tropea per presentare il suo nuovo libro. Il giornalista e presentatore è venuto infatti in città il 27 agosto, dove si è intrattenuto in piazza Ercole alle 19.30, per parlare del suo ultimo lavoro dal titolo “Fuori dal video”

Premio letterario “Città di Tropea”

Di seguito potrete ammirare le immagini della premiazione dei finalisti del premio letterario “Città di Tropea” del luglio 2011. Ricordiamo i risultati: Donatella Di Pietroantonio con il suo “Mia madre è un fiume” con 167 voti pari al 59,9%, ha superato le 57 preferenze pari al 20,4% ottenute dal libro di De Cataldo “I Traditori”, e i 55 voti pari al 19,7 di quelli ricevuti da Marta Morazzoni con la sua “ La Nota Segreta”.

I libri i veri protagonisti

I veri protagonisti, come ogni anno, alla fine sono stati loro: i libri.
Al Premio letterario nazionale “Città di Tropea”, aldilà degli ospiti illustri e dell’organizzazione sempre più impeccabile, ciò che attrae il pubblico e ne decreta il successo si materializza nei contenuti e nelle interessanti conversazioni, possibili, con gli stessi autori presenti all’evento. E’ teso all’arricchimento personale il fine ultimo di questa manifestazione e la possibilità che offre di incontrare, ascoltare ed interagire con scrittori validi e competenti, rappresenta la più importante delle sue caratteristiche e punto di forza indiscutibile. Quanto già detto lo ha confermato il vincitore della scorsa edizione, Mattia Signorini, che con la sua simpatica presenza di quest’anno testimonia, ancora una volta, la voglia degli autori di avvicinarsi e farsi coinvolgere dai lettori in uno scambio costruttivo ed affettuoso reciproco.

La guida turistica di Franco Laganà

Si intitola “Tropea” ed è la guida illustrata al centro storico scritta da Francesco Laganà. Il corposo volume di ben 213 pagine con cenni storici della città, edito da Luigi Pellegrini editore, ha il pregio di essere bilingue, in italiano e in tedesco, grazie alla traduzione di Tiemann Heike. Laganà, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo cittadino, ha saputo offrire – non solo ai turisti, ma anche e soprattutto ai tropeani – una pubblicazione illustrata completa sul cuore pulsante della città. Dopo un breve excursus sulle origini millenarie di Tropea e dei primi insediamenti sulla rupe, con cenni ai ritrovamenti archeologici, Laganà offre uno sguardo sul primo assetto urbanistico e sulle varie dominazioni, dai greci ai romani, dall’arrivo del cristianesimo alla dominazione bizantina, dagli arabi ai normanni, dagli svevi agli angioini ed agli aragonesi, per finire con il periodo della Repubblica partenopea, il decennio francese e il periodo post unitario.

Seconda edizione di Pronto estate 2011

Escursioni, sport, eventi, enogastronomia e tante novità nella seconda edizione dell’innovativo prodotto editoriale per i turisti e le persone del luogo. Pronto estate 2011, la guida informativa itinerante del comprensorio di Tropea-Capo Vaticano è giunta alla seconda edizione. Nata da un’idea di due giovani realtà locali, l’agenzia di comunicazione Pubblicom e la Meligrana editore, Pronto estate 2011 si riconferma un prodotto editoriale innovativo e completo, con un taglio pratico e veloce che prende per mano il turista e gli stessi locali alla scoperta del comprensorio Tropea-Capo Vaticano.

Omaggio di Pugliese alla terra Cheria

Fede e amore per la sua terra , questi sono i sentimenti che caratterizzano le poesie di Francesco Pugliese. Un volumetto “ Sotto le Ali della terra di Cheria” presentato qualche giorno fa nei giardini del Castello Galluppi . Sin dal titolo si intuisce l’attaccamento dell’autore verso il suo paese Cheria appunto, che non è altro che Caria. Sin dai primi versi troviamo la descrizione della terra natia, raccontata attraverso le sue bellezze naturali , i ricordi della gente e le antiche tradizioni popolari e religiose.

Giramondo, un libro-evento per sognare

Non si è sposato e non si è voluto fare una famiglia principalmente per poter essere libero di viaggiare. Una vocazione, una scelta di vita! Ed è proprio Alfredo Primerano, molto probabilmente, il calabrese, nostro contemporaneo, che ha girato di più il mondo, avendo dedicato ai viaggi ben 33 anni della sua esistenza. Adesso, ha voluto dare alle stampe almeno una minima parte delle sue innumerevoli impressioni di viaggio attraverso tutti i continenti.

Una Calabria Positiva

Quante volte di fronte alla notizia di un evento negativo, che si tratti di malasanità oppure di grossi disservizi del sistema dei trasporti pubblici, ci si sente ripetere: «Cosa vuole? Siamo in Calabria». Tale nome sta da lunghissimo tempo in una relazione di sinonimia con nomi indicanti cose negative.
Ma questa regione per Saverio Ciccarelli, autore del libro “Calabria Positiva”, edito da Meligrana Editore, è anche altro, è seguita dal segno positivo che rappresenta la ricchezza di risorse di ogni genere, dalle acque termali al patrimonio floro-faunistico e a quello agroalimentare, dalle eccellenze nel campo imprenditoriale a quelle poco scontate nel campo della sanità e dei trasporti.

Le Spiagge della Costa degli Dei

Un’altra importante opera di pubblica utilità per la MGE, casa editrice di Tropea, del giovane Giuseppe Meligrana.
“Le Spiagge della Costa degli Dei” ad opera dell’Architetto urbanistico Luigi Cotroneo, reggino, ricercatore e studioso, insignito della cittadinanza onoraria dal Comune di Cessaniti per gli studi condotti sui fossili antichissimi ritrovati in loco, si cimenta con questa particolare guida, dopo aver scritto per la Laruffa editore il pregevole volume “Il Poro e la Costa degli Dei”.
Lo stesso Cotroneo definisce la guida un libretto da zaino, di facile consultazione e dallo spazio contenuto, scritto in doppia lingua (italiano-tedesco) che possa facilitare la scelta e l’individuazione delle spiagge libere, usufruibili da chi non vuole omologarsi ai lidi turistici.

Fotografare in odontoiatria

“Fotografare in odontoiatria” è il titolo di un manuale scientifico, a scopo divulgativo, presentato oggi pomeriggio presso lo Studio del dottor Pasquale Loiacono.
Loiacono è anche l’autore insieme al collaboratore Luca Pascoletti dell’opera, indirizzata agli addetti ai lavori che utilizzano le fotografie e le immagini ai fini didattici, scientifici, legali come materiale fondamentale per la stesura di relazioni tecnico-scientifiche.

Uscito il libro di Francesco A. Riggio

Dopo tante attese, finalmente è uscito il nuovo libro di Fog (Francesco Antonio Riggio), artista, cantautore e scrittore calabrese.
Si tratta di un libro molto interessante che potrebbe addirittura cambiare l’approccio con la fede in Dio e la religione cristiana.
Nel testo (un piccolo manuale tascabile), si espongono le prove dell’esistenza di Dio, con un metodo storico-scientifico e moralistico, tramite spunti
e riflessioni personali dell’autore e di insigni personalità che hanno solcato la storia umana (scienziati, filosofi, ricercatori, medici, santi
e anche personalità appartenenti al mondo laico ed ateo).

Una guida fuori dagli schemi

S’intitola “Alla scoperta di Tropea e dintorni”, ed è il nuovo libro di Marcello Macrì. Edito dalla promettente casa editrice Meligrana e inserito nella collana “Tropea e dintorni”, questo nuovo lavoro del giovane autore tropeano cerca di offrire, attraverso quattro escursioni lungo i luoghi più belli del territorio della provincia, una visione d’insieme di un contesto che, seppur piccolo, può apparire così eterogeneo e ricco di tradizioni locali assai distanti di paese in paese.

Orme medievali

Si intitola “Orme medievale – segni templari tra storia e leggenda” ed è il nuovo libro di Luciano del Vecchio, edito dalla casa editrice Meligrana di Tropea. Del Vecchio è uno storico locale e si è già occupato in più occasioni nell’ardito compito di rievocare fatti e ricostruire circostanze utili a ritrovare quell’identità ricca di valori e tradizioni che sembra, a volte, così lontana. Nel ’93, anno in cui pubblicò “Frammenti di storie tropeane presso la Rubettino”, fu insignito del “Pino d’oro”, premio per la storiografia locale. Questo nuovo libro è un’avventurosa marcia in cerca di tutti quegli indizi e quelle “orme”, lasciateci dai nostri antenati, lungo il cammino di una storia fatta a ritroso nel tempo. Questi idnizi, questi segni, vengono abilmente ricollegati dal Del Vecchio che, servendosi sapientemente anche di alcuni suggerimenti presi alle leggende locali, riesce a formulare ipotesi assai plausibili, consegnando alla storiografia molti spunti su cui continuare a indagare.

Tropea, orme medievali

I fraterni legami con l’autore consiglierebbero di astenermi da considerazioni e commenti sulle sue ricerche ed in specie sul suo ultimo lavoro “Tropea, orme medievali – Segni templari tra storia e leggenda”, edito da Giuseppe Meligrana Editore.
La consapevolezza, però, di essere in presenza di uno studioso dal bagaglio culturale notevole e dalla ritrosia disarmante, che rifugge sistematicamente la platea, mi inducono a rompere ogni indugio ed abbandonare quella cautela d’obbligo in questi casi.
Le osservazioni, poi, di amici competenti e sinceri, che hanno letto il lavoro trovandolo di interesse eccezionale, sorprendente per Tropea, hanno confermato quanto gli scritti di Luciano Del Vecchio costituiscono ormai un riferimento essenziale per chiunque voglia penetrare ed approfondire la storia di una città contrassegnata da una civiltà irripetibile.

“Alla scoperta dei dintorni di Tropea”

Da qualche giorno è stato pubblicato un piccolo e grazioso libro scritto dal giovane Marcello Macrì, edito dalla M.G.E., intitolato ” Alla scoperta dei dintorni di Tropea”. Corredato da splendide immagini scattate dal fotografo Salvatore Libertino, non nuovo a questi interessanti lavori, il libro offre al lettore la possibilità di fare delle piccole gite fuori porta per conoscere meglio il territorio e la storia dei dintorni di Tropea.

Da una sponda all’altra del mare

Un pomeriggio diverso dal solito per tutti gli appassionati della poesia è stato quello dell’altro ieri a Tropea. Alla biblioteca comunale, infatti, veniva presentato il nuovo volume dal titolo “La strada della lentezza, da una sponda all’altra del mare”, edito dalla casa editrice Meligrana e scritto a quattro mani dalla giovane esordiente Mariaelisa Giocondo assieme al tropeano Antonio Cotroneo. Vista anche la giovane età, l’attenzione di tutti è stata calamitata subito sull’autrice locrese. Mariaelisa frequenta il Liceo Scientifico “G. Mazzini” di Locri ed è stata la vincitrice della sezione giovani della quinta edizione del premio internazionale di poesia “Onde Mediterranee”. La presentazione degli ospiti è stata curata dalla giornalista Vittoria Saccà, che ha ricordato al pubblico come «la poesia sia per pochi eletti», che per loro fortuna potranno cogliere appieno «la poesia contenuta in questo libro, che è un gioiello».

De Vita analizza Campanella

Presentato il libro dell’autore pargheliese Analizzato il pensiero del filosofo. In un saggio la sua concezione etico-pedagogica della politica Un’interessante e particolare saggio di filosofia politica scritto dal pargheliese Giuseppe De Vita, edito dalla Meligrana Editore. Il libro è intitolato La concezione etico-pedagogica della politica in Tommaso Campanella”, e come scrive Giuseppe Longo nella sua […]

Storia di un’emigrazione

“La rumena”, un romanzo di Antonio Miceli Il libro è stato edito da Meligrana Un nuovo titolo proposto dall’editore tropeano Giuseppe Meligrana. È stato infatti dato alle stampe, negli ultimi mesi del 2008, l’ultimo lavoro di Antonio Miceli, dal titolo “La rumena”. Miceli, spilingese classe 1918, oggi vive a Sondrio. Dopo gli studi classici si […]

Un inno alla cultura della terra natìa

Pasquale Vallone Il medico- scrittore presenta i suoi due affascinanti volumi Pasquale Vallone, medico di Brattirò, studioso, socio fondatore dell’Accademia degli Affaticati ( promotrice del famoso “Premio letterario Tropea”) è anche uno scrittore, uno scrittore animato da un unica passione, un unico amore, la nostra terra. Un passione che descrive nel migliore dei modi nei […]