Finché morte non ci separi

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Finché morte non ci separi.

Gesù ha insegnato espressamente che nella resurrezione gli umani “non prenderanno moglie né marito, ma saranno come angeli nei cieli” (Marco 12,25). Quindi non ci saranno né uomini e né donne, né mariti e né mogli, perché tutti saranno come gli angeli di Dio.
– Ma i fedeli cristiani amano pensare all’amore eterno come prolungamento di quello terreno. San Paolo avverte che tutto finisce, solo l’Amore resterà. E’ l’Amore è Dio, nel quale tutti saremmo immersi in piena felicità.
– Nonostante questo esplicito insegnamento l’umanità sembra volere la sua parte e considerare eterno quell’amore che lega gli sposi. Sì, è eterno, è Dio che è Amore e di cui quello degli sposi è stato un riflesso, un raggio. Anche l’amore sofferente nel matrimonio sfocerà nell’immenso Amore.
– La graziosa storia di oggi farà un po’ sorridere; ma ribadisce verità fondamentale: “Siamo stati creati per Dio, e Lui sarà la nostra eterna felicità che godremo INSIEME”..

C’era una volta una coppia di sposi che vivevano in costante attrito.
♦ 
Il problema più grande era il marito, che aveva un carattere duro e capriccioso.
Tuttavia, continuarono insieme, poiché un giorno avevano prestato giuramento all’altare, davanti a Dio.
Quando furono abbastanza vecchi, un giorno la moglie morì.
♦ Il marito cominciò a morire di tristezza a poco a poco. E dopo alcuni anni, morì anche lui. Nonostante i difetti vissuti, tutti de due sono riuscirono ad entrare nel cielo.
Quando fu il turno del marito, appena entrato in paradiso, cominciò a cercare sua moglie.
Alla fine la vide seduta di fronte a lui, insieme a diverse persone. Egli la salutò con ampi gesti della mano e dicendo: “Ehi! Sono qui!…
Ma lei agitò appena un dito come per negarsi e disse: “No: non sei di parola: “Tu hai detto: Finché morte non ci separi!”

♦ Sicuramente quell’uomo, quando era sulla terra, pensò sempre che sua moglie fosse molto innamorata di lui.
Ma si sbagliava. Ella, infatti lo sopportava solo a motivo del giuramento che aveva fatto.
Il suo amore più grande era, invece, Dio stesso. E lei la vinse.
♥ Adempì alla sua missione di moglie così bene che suo marito non si rese conto che ciò che lei diceva e faceva era per la fede e l’obbedienza a Cristo. E anche questo era amore.
♥ Ma ora in paradiso c’era l’Amore eterno da contemplare e da godere.

La Madonna è modello per ogni moglie ed anche per ogni marito per guardare al Sommo Amore: possa Lei aiutare le coppie ad amarsi nel vero Amore che è Dio e perseverarvi fino a ricevere la corona della vita eterna.

(Fonte: Historinhas do Padre Queiroz, redentorista brasiliano).

Gesù ha insegnato espressamente che nella resurrezione gli umani “non prenderanno moglie né marito, ma saranno come angeli nei cieli” (Marco 12,25). Quindi non ci saranno né uomini e né donne, né mariti e né mogli, perché tutti saranno come gli angeli di Dio. Ma i fedeli cristiani amano pensare all’amore eterno come prolungamento di quello terreno. E’ vero che San Paolo avverte che tutto finisce e solo l’Amore resterà. L’Amore è Dio, nel quale tutti saremmo immersi in piena felicità. Siamo stati creati per Dio, e Lui sarà la nostra eterna felicità che godremo INSIEME”.

Condividi l'articolo