Henry Ford ripara auto in panne

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Henry Ford ripara auto in panne.

Uno dei limiti della nostra debole fede è che non diamo abbastanza fiducia a Dio, alle sue parole, ai suoi richiami e alle sue proposte. Diciamo di credere, ma poi preferiamo più orientarci col nostro “buon senso” anziché fidarci di quello che ci suggerisce Dio nelle varie situazioni della vita.
– Può succedere che a un certo punto della nostra vita, anche dopo aver seguito il Signore per tanti anni, un giorno ci rendiamo conto che, in fondo, noi non stiamo seguendo Lui, ma i nostri progetti, magari con la presunzione che siano le pecore ad insegnare al pastore cosa fare. La tentazione di insegnare a Dio quello che deve fare.
– La fiducia in Dio cresce un passetto alla volta, passando dalla paura alla pazienza, alla speranza. – Papa Francesco in una Udienza del 2017 raccomandò: “Non mettiamo mai condizioni a Dio e lasciamo invece che la speranza vinca i nostri timori. Fidarsi di Dio vuol dire “entrare nei suoi disegni senza nulla pretendere”, anche accettando che “la sua salvezza e il suo aiuto giungano a noi in modo diverso dalle nostre aspettative”.- Dio vede meglio di noi, come suggerisce la bella storia di oggi.

♦ Una macchina in panne.
Diversi anni fa, negli Stati Uniti, un giorno un uomo guidava la sua macchina e questa smise di funzionare.
Accostò la macchina, aprì il cofano e cominciò a cercare il difetto, ma no lo trovava.
Alcune persone che passavano per la strada davano suggerimenti, ma niente.
Anche un meccanico che passava da lì non poté far funzionare la macchina.
Il proprietario era ormai già scoraggiato.
Un signore, che viaggiava in macchina, vide la scena, si fermò ed andò a vedere cosa ci fosse.
Il proprietario, già scoraggiato, voleva congedarlo, ma quello insistette: “Posso vedere il motore?”
“Sì,” rispose il proprietario.
L’uomo diede uno sguardo e subito trovò, nella parte inferiore del motore, un filo staccato. Lo rimise a posto e disse con sicurezza: “Ora può andare, perché funziona tutto.”
In effetti, l’auto riprese a funzionare alla perfezione.
Il proprietario voleva dargli una mancia, ma l’uomo rifiutò e disse: “Io sono Henry Ford, proprietario della fabbrica Ford. Ho creato io questo veicolo, quindi lo conosco bene”.

Gesù, vero Dio, conosce molto bene noi, perché è stato lui a crearci.
Perciò cominciamo ad apprezzare meglio il suo Vangelo e il suo esempio, e vivremo come buoni servi di Dio.

(Fonte: Historinhas do Padre Queiroz, redentorista brasiliano).

Dio vede meglio di noi. Perciò diamogli fiducia! – “Non mettiamo mai condizioni a Dio e lasciamo invece che la speranza vinca i nostri timori. Fidarsi di Dio vuol dire “entrare nei suoi disegni senza nulla pretendere”, anche accettando che “la sua salvezza e il suo aiuto giungano a noi in modo diverso dalle nostre aspettative”.

Condividi l'articolo