I Comuni chiedono aiuti alla Regione

Dissesto idrogeologico al centro del dibattito

Vibo Vale presto si arricchirà anche di Zaccanopoli

I sindaci dell’associazione Vibo Vale

Si è tenuto ieri mattina, nella sala consiliare del Comune di Zambrone, la sesta assemblea dell’associazione dei Comuni vibonesi “Vibo Vale”, presieduta dall’assessore provinciale alla Comunicazione Nicolino La Gamba. Unico punto all’ordine del giorno è stato quello riguardante il problema del dissesto idrogeologico e, di conseguenza, delle politiche di programmazione comuni sui fondi comunitari. Presenti, oltre al padrone di casa Pasquale Landro, primo cittadino di Zambrone, anche i sindaci di Zungri Franco Galati, di Mileto Vincenzo Varone, di Cessaniti Nicola Altieri. In rappresentanza del Comune di Briatico è intervenuto il giovane consigliere Sergio Bagnato, delegato ai Lavori Pubblici, mentre lo stesso La Gamba ha spiegato di aver ricevuto delega dal commissario di Pizzo, dal sindaco di Maierato, e dal sindaco di Sant’Onofrio.

 

L’intervento di La Gamba

L’assessore provinciale Nicola La Gamba

Alla presenza di Nicola Falcone, segretario del Comune di Vibo Valentia, ha aperto i lavori l’assessore La Gamba, che ha innanzitutto illustrato ai membri dell’associazione le future iniziative per promuovere le azioni di comunicazione del sodalizio. La Gamba ha poi proposto di invitare anche Zaccanopoli a far parte di “Vibo Vale”, che ha già una copertura di 95mila abitanti sul territorio provinciale. La proposta è stata presa di buon grado da tutti i presenti. A introdurre l’argomento sul dissesto idrogeologico è stato Landro.

 

Zambrone
«Se davvero crediamo in questa iniziativa – ha affermato Landro – potremo imprimere un segno epocale nella politica del territorio, perché da soli non si raggiunge nulla, ma assieme saremo incisivi. Le nostre priorità riguardano la sanità, il sociale, l’ambiente, oggi ci soffermeremo su quest’ultimo punto, che riguarda in particolar modo Zambrone.

Landro, La Gamba e Galati intervistati da una giornalista di Rete Kalabria

Noi siamo stati i più colpiti, e abbiamo serie difficoltà a intervenire con risorse e mezzi nostri. Certo, riusciamo nell’immediatezza a fare degli interventi tampone, ma le situazioni urgenti restano da risolvere in modo strutturale». Per Landro, quindi, vanno immediatamente messi in sicurezza i corsi d’acqua e se in tal senso ci sarà «un intervento a livello regionale, i risultati arriveranno». Passando al problema delle spiagge e del mare, Landro ha detto anche che i turisti «scegliendo noi, sostengono costi elevati e quindi meritano di trovare il territorio all’altezza del suo nome». Infine Landro ha spiegato che sul fronte spazzatura «abbiamo la sfortuna di non avere una discarica in provincia e bisogna risolvere questo punto».

 

Mileto

Vincenzo Varone, sindaco di Mileto

Tornando sul dissesto, Varone ha invece posto l’accento sulle arterie che collegano Mileto alle frazioni. «Ci sono zone – ha detto Varone – che rischiano continuamente di franare. Abbiamo chiesto interventi, perché non bisogna prendere sotto gamba questa situazione, altrimenti si rischia di giungere a guai seri». Per il primo cittadino miletiese, «ora servono i fatti» e anche se «sanare il territorio in pochi giorni come riescono a fare i giapponesi è impossibile, almeno dobbiamo riuscire a sistemare le strade in pochi mesi». Al termine del suo intervento, Varone ha plaudito «la bella sinergia creatasi nell’associazione».

 

Zungri
Il sindaco di Zungri Galati, invece, ha spiegato come i danni del maltempo si siano ripercossi su fossi, strade e regimentazioni dei fondi agricoli presenti sul suo territorio, invadendo tutto e di conseguenza spostandosi sulla costa. «Zungri – ha detto Galati – è in una situazione di emergenza R3 ed R4, quindi grave, per cui ci sono difficoltà a mettere in sicurezza anche l’area archeologica, molto frequentata dai turisti in estate». Su un punto tutti i sindaci sono d’accordo: serve l’intervento della Regione. «Intervenendo con i mezzi del Comune – ha aggiunto Galati – in strade interpoderali, siamo giunti a contenziosi tra privati, quindi queste sono cose che vanno affrontate in modo efficace». Passando al Piano d’Assetto della Regione, Galati si auspica che esso possa essere «rivisto, integrato, attraverso la sensibilizzazione dell’Autorità di Bacino e della Regione. In questo è importante l’aspetto dei controlli, che se non mancano sono inefficaci».
Sul problema dei rifiuti, infine, anche Galati lamenta la mancanza di una discarica in provincia, che «ci penalizza, con costi pari a 90 euro a tonnellata, insostenibili per un comune, che potrebbero essere ridotti di almeno 15 euro se avessimo una discarica». Galati ha quindi concluso invitando i sindaci a guardare alle risorse presenti in provincia nel campo della raccolta differenziata, come la Ecoshark di Ricadi e la Ecocal di Vazzano. Dopo di lui, Bagnato ha affermato che il comune di Briatico è in linea con il discorso fatto dal sindaco di Zambrone, e ha spiegato che «è insufficiente il sistema dei fax che avvisano sulle situazioni meteorologiche, ma serve un monitoraggio costante del maltempo che i comuni da soli non possono attuare».

Cessaniti
Altieri, infine, si è concentrato sull’assenza di una discarica in provincia, chiedendo aggiornamenti a La Gamba, il quale ha spiegato che sono attualmente al vaglio alcuni siti sia per lo stoccaggio che per il conferimento, che potrà dare una risposta alla popolazione per due o tre anni.

Agenda
Altri gli argomenti trattati e inseriti all’odg del prossimo incontro Di seguito elenco completo:

  1. Realizzazione e pianificazione distribuzione, in forma gratuita, entro l’inizio della stagione estiva,di una brochure degli eventi estivi dei Comuni dell’Associazione;
  2. Sviluppare progetto integrato Pisl. Ogni Comune,nel corso della prossima riunione, darà indicazioni e idee di luoghi da integrare nel progetto che a breve sarà reso noto e con il quale l’associazione concorrerà ai finanziamenti quando saranno pubblicati i bandi Pisl . All’incontro interverranno il dr. Pasquale Luzzo ed un tecnico per ogni Comune;
  3. Dissesto idrogeologico: Consegna documentazione per realizzare fascicolo da consegnare, previa richiesta d’incontro alla Regione Calabria, evidenziando le priorità dell’Associazione;
  4. Si parlerà di disagi familiari, sarà presente la dr.ssa Monteleone con la quale si lavorerà per realizzare un progetto unico con l’Associazione;
  5. Emergenza idrica: Si relazionerà circa le novità dalla consegna dell’elenco siti al Prefetto Latella

Il settimo incontro si terrà lunedì 6 giugno p.v., presso il Comune di Zungri, ore 10.30.

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta
Docente ordinario di Lingua e letteratura italiana e Storia presso il Nautico di Pizzo (VV), è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti. Ha diretto varie testate giornalistiche, tra cui Tropeaedintorni.it