I successi del Tropeano Vittorio Zaccaro

Per affrontare la vita e le sfide che essa pone

Il giovane atleta fa parte della nazionale italiana di Pesistica Paralimpica che parteciperà agli Europei in Russia

Il giovane atleta della Nazionale Italiana di Pesistica Paralimpica Vittorio Zaccaro
Il giovane atleta della Nazionale Italiana di Pesistica Paralimpica Vittorio Zaccaro

Nella vita lo sport è un fattore molto importante che fa crescere l’uomo e -parafrasando una frase del celebre Alex Zanardi– lo aiuta a trovare motivazioni per affrontare la vita e le sfide che essa pone con grinta e senza mai mollare.
Le stesse motivazioni che hanno portato  un ragazzo di Tropea, un ragazzo speciale, a dedicarsi all’agonismo sportivo e raggiungere traguardi importanti grazie al suo impegno costante e alla sua passione. Si tratta di Vittorio Zaccaro, giovane di 19 anni. Da qualche anno fa parte degli atleti della FIPE (Federazione Italiana Pesistica) che si adoperano per portare la pesistica paralimpica italiana a livello internazionale, ottenendo successi importanti, come testimoniato dalla pagina dedicata su Wikipedia a questa disciplina sportiva nella quale compare proprio il giovane tropeano insieme ai suoi colleghi atleti. Infatti, Vittorio fa parte della nazionale italiana di pesistica paralimpica, essendo tesserato da qualche anno presso il Centro Sportivo “Alessandro Gemelli” di Villa San Giovanni, una delle eccellenze  regionali nel campo dell’agonismo sportivo. Dell’inizio della sua carriera atletica ci ha voluto raccontare il giovane tropeano: “Cercavo l’agonismo, sentivo il bisogno della competizione ed ho fatto diverse ricerche su Internet, trovando dove associarmi, così,  grazie alla disponibilità del Maestro Gerardo Gemelli Presidente del Comitato Regionale Calabria FIPE, con il quale mi sono incontrato, e per la grande disponibilità subito mostrata da questo uomo di sport, ho  potuto  iniziare questa avventura». E questa avventura, con tutto l’impegno e la passione che ci mette Vittorio, ha iniziato a produrre ottimi risultati, sin da subito. Infatti, la gara d’esordio si è svolta a Cefalù nell’Ottobre del 2011, dove, con grande emozione, Zaccaro si è classificato al secondo posto, vincendo la medaglia d’Argento per il “Criterium nazionale di distensione su panca. E’ stato solo l’inizio per l’atleta tropeano che ha contribuito, insieme ai suoi colleghi, a portare in alto il nome dell’Italia nella sua disciplina sportiva. Infatti, Il 21 gennaio 2012 per la prima volta nella storia della Pesistica paralimpica, l’Italia ha debuttato a livello internazionale partecipando al Cardiff IPC UK Invitational Powerlifting Tournament, dove Vittorio si è classificato secondo.  L’ultima competizione alla quale ha partecipato è stata invece quella del Criterium nazionale di distensione su panca svoltasi a Città di Castello il 26 Giugno scorso, inanellando un altro successo e classificandosi primo. Il giovane atleta ha frequentato molte volte il Centro di preparazione olimpica dell’Acqua Acetosa a Roma, dove si è allenato anche per la gara internazionale di Cardiff. Recentemente Vittorio è stato contattato da una sua amica, Roberta Cogliandro, per fare il testimonial di una squadra di basket di Lazzaro, in provincia di Reggio Calabria ed è stata per lui un’esperienza molto emozionante ed indimenticabile perché ha giocato con i ragazzi della squadra e sta continuando a praticare il basket. Tra i suoi programmi principali per il futuro prossimo c’è quello di prepararsi per le competizioni Europee di pesistica che si svolgeranno in Russia dal 20 al 29 Maggio. Infine, tra le persone che in questi anni lo hanno sostenuto e hanno festeggiato insieme a lui i successi, Vittorio vuole ringraziare in particolare «gli amici di Savona che mi hanno aiutato tanto in questo percorso, Alessandro Boraschi e Simone Capelli, il primo allenatore della nazionale,  entrambi istruttori della Palextra  “Fitness Club” di Savona. Un altro ringraziamento va ad Alessandro La Torre di Tropea che mi ha sempre sostenuto ed invogliato». Vittorio Zaccaro, unico atleta calabrese nel campo della pesistica, fa parte di quella gioventù di cui deve essere fiera la nostra terra perché con il suo impegno e la sua tenacia sta ottenendo risultati importantissimi ed è motivo di orgoglio annoverarlo tra gli sportivi calabresi. A lui l’incitamento a  continuare a coltivare con costanza la sua passione e l’augurio di raggiungere risultati sempre migliori.

Condividi l'articolo