Il vero modo di fare soldi

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Il vero modo di fare soldi.

L’alchimia, scienza di come costruire oro, ha affascinato la mente di filosofi, ricercatori e di gente avventuriera. L’oro interessa a tutti, ma cercarlo, produrlo non attira tutti. E diventa deleterio se alla fine distoglie il malcapitato “innamorato dell’oro” dai suoi impegni di famiglia e di lavoro. I cercatori d’oro hanno segnato epoche gloriose, di pionieri e di avventurieri, di cui rimangono le tracce in tanti films. Oggi i nuovi cercatori d’oro sono i patiti del gioco d’azzardo per fare soldi facili. Le sofferenze che ne seguono finiscono col portare dolore e miseria nelle famiglie e colpire vittime innocenti, come i figli.
Il lavoro è la vera forza ed energia che trasforma tutto in oro, e quello non tradirà le aspettative. Ma è importante rispondere ad una domanda: “Cosa alla fine veramente interessa?” Gesù ammonisce: “Dov’è il tuo tesoro, là sarà anche il tuo cuore” (Mt 6,19-23). Davvero non vale la pena affannarsi ad accumulare denaro, quanto invece cercare di vivere dignitosamente con quello che ci si procura con il lavoro.

♦  Una volta una ragazza, molto cara a suo padre, sposò un ragazzo che aveva ereditato una vasta area di terreno. I due andarono a vivere in quella terra, che era lontana dalla famiglia della ragazza.
Dopo un anno di matrimonio, la giovane moglie andò a trovare i suoi genitori e disse che suo marito era bravo in tutto. L’unico problema era che pensava sempre a come fare l’oro. Era capace di stare nel capanno tutto il giorno, provando a fabbricare l’oro.
♦ Il padre disse a sua figlia: “Chiedigli di venire qui e di parlarmi su come poter fare l’oro.
La ragazza portò il messaggio a suo marito ed egli andò.
Il suocero gli disse: “Io conosco il modo di fare l’oro, ma sono già anziano e io non ho la forza per farlo. Conosci quel posto sotto gli alberi di banana? Lo raderai e metterai il tutto in un vaso e vedrai che col tempo si trasformerà in oro. Ma vedi che c’è da sporcarsi abbastanza!”.
Il ragazzo se ne andò, deciso.
♥ Un anno dopo, il suocero andò a visitare i due giovani e vide un’enorme piantagione di banane. La figlia disse: “Lui sta sta facendo la raccolta e noi stiamo vendendo le banane. Abbiamo già fatto un sacco di soldi”.
E accompagnò dentro il padre a vedere una scatola piena di monete d’oro.

♥ Il lavoro produce l’oro di cui abbiamo bisogno per vivere e sostenere la nostra famiglia.
“Fratelli, chi non vuole lavorare, neppure mangi. Sentiamo infatti che alcuni fra voi vivono una vita disordinata, senza fare nulla e sempre in agitazione. A questi tali, esortandoli nel Signore Gesù Cristo, ordiniamo di guadagnarsi il pane lavorando con tranquillità. “(2Tes 3, 10-12).

(Fonte: Historinhas do Padre Queiroz, redentorista brasiliano).

Agli antichi cercatori d’oro sono subentrati i patiti del gioco d’azzardo con le sofferenze che ne seguono. Sofferenze che finiscono col portare dolore e miseria nelle famiglie e colpire vittime innocenti, come i figli. Il lavoro è la vera forza ed energia che trasforma tutto in oro, ed esso non tradirà le aspettative. Ma è importante capire cosa alla fine veramente interessa. Gesù ci ammonisce: “Dov’è il tuo tesoro, là sarà anche il tuo cuore” (Mt 6,19-23).

Condividi l'articolo