Il video di Tropea con la canzone “Il mio Paese” di N. Marrabello

“Un letto d’acqua azzurra, la chiesa lì sul mare, mi pare di sognare”

La redazione ringrazia i familiari di Nicola Marrabello per averci permesso di utilizzare questa bellissima canzone come colonna sonora del video che promuove Tropea

Il cantautore Nicola Marrabello – foto Stroe

“Un letto d’acqua azzurra, la chiesa lì sul mare, mi pare di sognare”. Sono le prime semplici, emozionanti parole della canzone dedicata a Tropea di Nicola Marrabello, artista tropeano scomparso poco tempo fa. “Il mio Paese”, questo il titolo della canzone (Marrabello ha composto parole e musica) che ascolterete nel video dedicato alla città – realizzato dal nostro direttore Salvatore Libertino- è una melodia che tocca l’anima perché racchiude in sé un pezzo di vita, tante storie, i ricordi, la speranza in un futuro migliore. Tropea non viene mai menzionata nel testo della canzone, perché non serve dirlo quando si ama veramente, quando si prova il vero amore; e allora riviviamo la magia dell’estate nella Perla del Tirreno, “è come una sorgente, disseta tanta gente, si scambia un po’ d’amor”. E poi “Ritrovi degli amici, diventi un po’ felice” perché poi “son tristi un po’ le note, l’estate è già finita ma si ricorderà”. A Tropea “incontri degli amici, diventi un po’ felice, un giorno forse più”. C’è tanta malinconia, tanto amore per Tropea in questa bellissima melodia di “Colino”, così lo chiamavano affettuosamente gli amici. Parole semplici, significative, che toccano il cuore. “Sì, è questo il mio Paese, io qui ci sono nato, vedrai ti piacerà. Qui è semplice la vita, l’amico che ti invita e poi finisce lì”.
“Il mio Paese” è una canzone d’amore dedicata a Tropea da un tropeano autentico. “Il mio Paese” è uno spot per la Perla del Tirreno. La redazione ringrazia i familiari di Nicola Marrabello per averci permesso di utilizzare questa bellissima canzone come colonna sonora del video che promuove Tropea. Cos’altro aggiungere? I più giovani hanno conosciuto “Colino” perché gestiva l’Autoscuola Auora (ora portata avanti dai figli Giovanni e Giuseppe), quelli con qualche ruga in più hanno avuto anche la fortuna di apprezzare la sua arte nelle sue innumerevoli performance in pubblico: suonava la fisarmonica ed è stato un personaggio piacevolissimo e simpatico. Ma soprattutto Nicola Marrabello è stato un uomo semplice che ha amato la sua famiglia ed è rimasto nel cuore di tanti. Nicola Marrabello si emozionava per le piccole cose. Nicola Marrabello è stato un artista tropeano e rimarrà nei cuori di tutti coloro che lo hanno conosciuto.

Condividi l'articolo
Francesco Marmorato
Francesco Marmorato
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.