La Calabria abbraccia il Santo padre

“Una terra che vive in continuo stato di emergenza”

Nonostante il maltempo tantissimi i fedeli che hanno assistito alla celebrazione di papa Benedetto XVI

Il Papa benedice assieme al vescovo Cantafora – foto Libertino

“La Calabria è una terra che vive in un continuo stato di emergenza, e sembra adattarsi al disagio”. Queste alcune parole pronunciate dal Santo Padre nella sua omelia durante la celebrazione eucaristica in occasione della visita pastorale della Diocesi di Lamezia Terme. “Custodite l’abito nuziale dell’amore come chi è invitato al banchetto”, ha proseguito il pontefice riprendendo alcuni brani del vangelo di questa giornata, esortando i Calabresi a vivere meglio la loro condizione umana. Presenti, insieme al presidente della Regione Giuseppe Scopelliti, anche Gianni Letta e vari rappresentanti del mondo della politica, dell’esercito, e le più alte cariche ecclesiastiche locali.
Tantissimi i fedeli accorsi da tutte le parti della Calabria nell’area ex Siri, con centinaia di pullmann che sono sopraggiunti sin dalle prime ore dell’alba. Nessuno si è curato delle minacciose nubi e delle previsioni meteo, ma alla fine tutta la celebrazione non è stata violata da nemmeno una goccia d’acqua. Tanti i malati presenti, aiutati dai tanti gruppi di volontari provenienti dalle diocesi dell’intera regione, dalle sorelle e dai fratelli barellieri dell’Unitalsi. Moltissimi i gruppi organizzati dalle varie parrocchie.

Condividi l'articolo
Redazione
Redazione
Tropeaedintorni.it nasce come sito web indipendente nel 1994 e, dal 6 dicembre 2007, diventa Testata giornalistica (reg. n° 5 presso il Tribunale di Vibo Valentia). Redazione e amministrazione via Degli Orti n° 15 – 89861 Tropea (VV)