La cultura: musica

Da 7 al 12 settembre arriva il blues

A Tropea una atmosfera magica e coinvolgente

Tropea Blues – foto Libertino

Da 7 al 12 settembre arriva il blues
La cultura (letteratura, cinema, musica) quale veicolo non solo di promozione turistica di un territorio che non è più attrattivo per le sole bellezze naturali ma anche quale altra faccia di una terra che aspira ad affrancarsi dall’immagine fuorviante e negativa con cui solitamente viene presentata dai mass media. E’ stato questo l’ambizioso progetto delle tre associazioni che hanno dato vita ai tre importanti eventi (Premio letterario “Città di Tropea”, Tropea film festival e “Tropea blues festival”) che da alcuni anni impreziosiscono l’estate tropeana contribuendo a proiettare nei circuiti mediatici nazionali ed internazionali il ritratto di una Calabria intellettualmente attiva, ricca di professionalità operose ed intraprendenti, in grado di competere con quelle delle regioni più blasonate e riconosciute per creatività ed efficienza. Dopo l’eccezionale successo dei primi due eventi c’è grande attesa per le sei serate dedicate al blues che, dal 7 al 12 settembre, ricreeranno nel centro storico di Tropea l’atmosfera magica e coinvolgente di New Orleans, patria di questo genere musicale che per gli appassionati cultori rappresenta anche uno stile di vita. Gli organizzatori Diego Staccioli e Cristian Saturno si sono impegnati al massimo affinchè la manifestazione possa aver luogo e solo oggi hanno potuto dare la conferma ufficiale. ” Organizzare un evento di tale portata, hanno dichiarato, con l’allestimento di diversi palchi dislocati nelle piazze più importanti e nel centro storico e l’arrivo e la sistemazione nelle strutture ricettive di numerose band e di musicisti , tra i più rappresentativi a livello nazionale ed internazionale e di altissimo livello professionale, comporta uno sforzo organizzativo che deve essere programmato con notevole anticipo avendo la certezza dei finanziamenti”. Purtroppo, hanno fatto sapere, quest’anno, per la crisi economica, è mancato il sostegno di parecchi sponsor e partner delle passate edizioni e si è potuto contare solo sul contributo di Regione, Provincia, del comune di Tropea e dei commercianti locali. Proprio per questo saranno allestiti solo due palchi, in piazza Vittorio Veneto e in piazza Ercole.

Tropea Blues – servizio fotografico LibertinoIl programma prevede due giorni di anteprima del festival, il 7 e l’8 settembre, con esibizioni di band nello spazio davanti al locale “La Munizione” e di fronte al Max bar; inoltre in tutti i locali del centro storico saranno proiettati spezzoni degli spettacoli delle precedenti edizioni per invogliare i turisti a prolungar le vacanze per assistere alle successive quattro serate, dal 9 al 12, nei due grandi palchi dove le esibizioni delle band e i concerti dei prestigiosi musicisti avverranno in contemporanea. Il primo concerto del 9 sarà dedicato alla Madonna di Romania di cui si festeggia ogni anno la concomitante ricorrenza dell’Incoronazione. Gli organizzatori con evidente orgoglio ci tengono a sottolineare che “il Blues Festival di Tropea è l’unico evento del genere rimasto attivo in Italia per cui si prevede un grande afflusso di amatori, provenienti anche dall’estero, come l’anno scorso, che col passaparola si danno appuntamento per assistere alle performance dei loro beniamini”.

Condividi l'articolo