Legambiente per Joppolo

Le dichiarazioni di Franco Saragò

L’iniziativa ha un duplice significato, da un lato quello di eliminare in modo differenziato i rifiuti dalla scogliera dall’altro, nel caso specifico, la giornata di oggi vuole essere anche un modo per accendere i riflettori sullo stato preoccupante in cui si trovano torrenti

Dopo la giornata “Spiagge e fondali puliti 2018”, che ha visto i volontari e gli alunni della scuola media di Joppolo impegnati il 25 maggio sul lungomare, il circolo Legambiente di Ricadi e il Circolo “La Ginestra”, di concerto con l’amministrazione comunale, hanno voluto replicare la lodevole iniziativa per senso di “vicinanza e solidarietà” nei confronti dei cittadini colpiti dal nubifragio che si è abbattuto lo scorso 18 giugno sul piccolo centro tirreno-vibonese. Oltre a Franco Saragò di Legambiente Ricadi presenti Osvaldo Giofrè e Franco Pulicari. “Questa iniziativa di Legambiente per Joppolo – ha affermato Franco Saragò – ha un duplice significato, da un lato quello di eliminare in modo differenziato i rifiuti dalla scogliera dall’altro, nel caso specifico, la giornata di oggi vuole essere anche un modo per accendere i riflettori sullo stato preoccupante in cui si trovano torrenti, fiumi e corsi d’acqua in generale. Perché – ha continuato Saragò – è vero che la quantità di pioggia caduta mattina del 18 giugno è stata straordinaria ma è altrettanto vero che il danno provocato dai torrenti esondati è causa dell’effetto tappo dovuto alla restrizione dei letti, spesso operata dai privati e alla mancata pulizia che dovrebbe essere effettuata periodicamente dalle Istituzioni preposte”. I volontari si sono dati appuntamento alle ore 7:00 in località Zagara e, muniti di guanti, sacchetti e cappellini, si sono cimentati nella raccolta dei rifiuti. La raccolta, proseguita per l’intera mattinata, ha prodotto numerosi sacchi di materiale. Bottiglie, buste e bidoni di plastica, polistirolo, attrezzi per la pesca, vetro, pneumatici, qualche elettrodomestico e soprattutto tantissime canne e tronchi, depositate sull’arenile dopo l’alluvione di giugno. I rifiuti, raccolti in modo differenziato, sono stati successivamente ritirati dalla Cooperativa Monteporo che gestisce il servizio per conto del comune. A coordinare le attività, i referenti territoriali del Circolo di Legambiente Carmela Albino, Domenico Lo Bruno e Sabatino Comerci assieme alla presidente del Consiglio comunale Florinda Albino e al consigliere Ambrogio Scaramozzino. I due consiglieri hanno ringraziato Legambiente Ricadi per la disponibilità e la presenza fattiva a tutte le iniziative promosse dall’amministrazione comunale di Joppolo. Gli stessi si sono detti “rammaricati” per l’assenza di molti cittadini e, soprattutto, degli esercenti e delle associazioni che operano nel territorio.

Condividi l'articolo
Redazione
Redazione
Tropeaedintorni.it nasce come sito web indipendente nel 1994 e, dal 6 dicembre 2007, diventa Testata giornalistica (reg. n° 5 presso il Tribunale di Vibo Valentia). Redazione e amministrazione via Degli Orti n° 15 – 89861 Tropea (VV)