Pietropaolo: «C’è un clima politico ostile nei miei confronti»

Il neo consigliere di minoranza medita le dimissioni

Eletto con 322 voti di preferenze nella lista “Rinascita per Tropea” con Romano sindaco, oggi siede tra i banchi della minoranza a palazzo Sant’Anna

Massimo Cono Pietropaolo – foto Libertino

Il consigliere di minoranza Massimo Cono Pietropaolo, eletto con 322 voti di preferenza nella lista guidata da Giuseppe Maria Romano “Rinascita per Tropea”, ha denunciato alla nostra testata giornalistica un clima ostile nei suoi confronti, determinato – a suo dire – dal fatto di essere un «tropeano d’adozione e questo condiziona e influenza la mia azione amministrativa».
Raggiunto al telefono, dopo le voci sulle sue imminenti dimissioni, ha voluto rilasciarci le seguenti dichiarazioni:

“Cari Concittadini di Tropea,
grazie per il consenso e l’affetto che mi avete elettoralmente dimostrato due volte: nel 2014 con 249 voti e nel 2018 con 322 orgogliosamente profumati.
Faccio politica per passione e con serio impegno secondo gli insegnamenti di Max Weber. Sono un tropeano d’adozione e questo condiziona e influenza la mia azione amministrativa. Se il clima politico della nostra amata città di Tropea continuerà ad essermi personalmente ostile rassegnerò le mie dimissioni. Intanto Buon Natale e Sereno 2019 a tutti”.

Qualora Pietropaolo decidesse di formalizzare le dimissioni da consigliere di minoranza, subentrerebbe il primo dei non eletti della lista “Rinascita per Tropea”, Antonio Piserà, che ha ottenuto 223 voti di preferenza.

Condividi l'articolo
Francesco Marmorato
Francesco Marmorato
Docente di lettere nella scuola secondaria, Caporedattore e collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.