Scuola media, Trovata la soluzione

Affollata conferenza stampa

Palazzo Collareto è del Comune

I ragazzi delle medie durante il corteo di protesta - foto Libertino

Così come previsto il corteo pubblico, organizzato dal comitato genitori per la scuola media, ha mosso i suoi passi alle ore 17,00 per giungere davanti palazzo Sant’Anna dove per le ore 17,30 era prevista una riunione convocata dai Commissari prefettizi. Numerosi bambini hanno portato gli striscioni e cartelloni dove in primo piano si rivendicava il diritto allo studio e, proprio da questo, il Commissario ha voluto dare inizio alla discussione affermando che ciò che più si deve rivendicare è il diritto alla vita. Infatti i nostri bambini e gli operatori scolastici e chiunque abbia frequentato il vecchio edificio della scuola media ha rischiato la vita essendo l’ immobile fortemente a rischio crollo a prescindere da eventuali scosse sismiche tanto è il dissesto strutturale.

Conferenza stampa presieduta dai Commissari Cirillo e Luzzi - foto Libertino

Il Commissario Cirillo ha voluto leggere agli interlocutori, rappresentanti dei genitori, al Preside Laganà, al Presidente dell’Istituto dott. Landolina e agli organi di stampa la lettera inviata a tutte le Istituzioni, Regione, Provincia, Prefetto, Protezione Civile per ribadire e confermare le risultanze degli accertamenti tecnici che dichiarano l’edificio “Inutilizzabile per qualsiasi attività” e che per questo andrà demolito.
Dopo una breve cronistoria di quanto deliberato dal comune in questi ultimi mesi per far fronte alle problematiche scolastiche in questione e dopo aver fatto una ricognizione di atti istituzionali e del territorio i Commissari hanno stabilito che la destinazione della futura scuola media sarà palazzo Collareto (ospizio Santa Rita) in quanto lo stesso è di proprietà del Comune, come risulta da un atto di Compravendita. Dunque sembra dipanarsi la matassa che ha visto tanti protagonisti in questa calda estate: palazzo Collareto verrà adeguato parzialmente alle esigenze scolastiche, con dei fondi economici che si aggira intorno ai 70,000 euro. Sempre il Commissario Cirillo ha parlato concretamente di date infatti i locali dovrebbero essere fruibili dai bambini per i primi di gennaio 2010 mentre, per dare comunque il normale avvio delle attività scolastiche, sarà prorogata la delibera comunale che assegna un edificio della scuola elementare agli utenti delle medie fino al 15 Novembre 2009 nella speranza che a quella data i lavori di palazzo Collareto siano a buon punto.
La sig. Forelli, come rappresentante dei genitori, ha consegnato le 750 firme raccolte giorni fa, come segno di interessamento al problema da parte della popolazione sottoscritta ed ha ringraziato a nome di tutti per la soluzione temporanea voluta dai Commissari.

Palazzo Collareto in piazza Galluppi - foto Libertino

Questi ultimi, dal canto loro, hanno ribadito che le loro scelte sono state incondizionate ma, hanno considerato soltanto le necessità dei bambini delle mamme e delle famiglie di Tropea; si augurano che il dialogo intrapreso con il comitato possa durare nel tempo, dando vita ad un tavolo tecnico che possa vigilare sui lavori e sull’edificazione del nuovo edificio scolastico che in futuro si dovrà costruire. La riunione ha avuto termine con i ringraziamenti del Preside Laganà e del presidente d’Istituto per la fattiva risposta avuta dai Commissari prefettizi.

Condividi l'articolo
Caterina Sorbilli
Caterina Sorbilli
Docente nelle scuole del I ciclo, collaboratrice storica di Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritta all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.