Una buona politica è dimensione essenziale della convivenza civile

Una scelta importante per il futuro prossimo della nostra città

Il momento che stiamo vivendo manda dunque il messaggio che è essenziale lavorare tutti insieme per il bene comune

Tropea, foto aerea – foto Libertino

Il 21 ottobre nella nostra Tropea, dopo un lungo periodo di gestione comunale commissariale, saremo chiamati alle urne per eleggere il Sindaco e il nuovo Consiglio Comunale.

Sarà una scelta importante per il futuro prossimo della nostra città, una scelta che avrebbe quindi bisogno di un criterio capace di collegarla non ad interessi particolari, ma ad un ideale di bene comune.

Nel discorso in piazza del Popolo a Cesena, Papa Francesco ha offerto un punto di vista sulla politica che riteniamo decisivo nell’individuazione di questo criterio.

Abbiamo infatti la necessità, per la vita della comunità, della buona politica; non di quella asservita alle ambizioni individuali o alla prepotenza di fazioni o centri di interessi. Una politica che non sia né serva né padrona, ma amica e collaboratrice; non paurosa o avventata, ma responsabile e quindi coraggiosa e prudente nello stesso tempo; che faccia crescere il coinvolgimento delle persone, la loro progressiva inclusione e partecipazione; che non lasci ai margini alcune categorie, che non saccheggi e inquini le risorse naturali… Una politica quindi che sappia armonizzare le legittime aspirazioni dei singoli e dei gruppi tenendo il timone ben saldo sull’interesse dell’intera cittadinanza.

Vi invito ad esigere dai protagonisti della vita pubblica coerenza d’impegno, preparazione, rettitudine morale, capacità d’iniziativa… Vorrei dire a voi e a tutti: riscoprite anche per l’oggi il valore di questa dimensione essenziale della convivenza civile pronti a far prevalere il bene del tutto rispetto a quello di una parte.

La politica è sembrata in questi anni a volte ritrarsi di fronte all’aggressività e alla pervasività di altre forme di potere..

Occorre rilanciare i diritti della buona politica, la sua indipendenza, la sua idoneità specifica a servire il bene pubblico respingendo ogni minima forma di corruzione.

La corruzione è il tarlo della vocazione politica.

Il momento che stiamo vivendo manda dunque il messaggio che è essenziale lavorare tutti insieme per il bene comune. È questa la base del buon governo della città che la rende bella, sana ed accogliente, crocevia di iniziative e motore dello sviluppo sostenibile ed integrale.

Riproponendo questi pensieri del Papa, in questo momento particolare per la nostra città, ci auguriamo che essi possano essere spunti di riflessione per chi decide di candidarsi e per tutti coloro che saranno chiamati a scegliere; sperando che il confronto tra le parti sia sereno e rispettoso, ricco di idee e di progetti e non uno scontro sterile di personalismi.

I Parroci di Tropea

Condividi l'articolo
Redazione
Redazione
Tropeaedintorni.it nasce come sito web indipendente nel 1994 e, dal 6 dicembre 2007, diventa Testata giornalistica (reg. n° 5 presso il Tribunale di Vibo Valentia). Redazione e amministrazione via Degli Orti n° 15 – 89861 Tropea (VV)