Vita: gioia per tutti e consacrazione per i chiamati

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Vita: gioia per tutti e consacrazione per i chiamati.

– Oggi, 2 febbraio, è la festa della Presentazione del Signore, una festa così vicina ancora al Natale, eppure già colma della luce della Pasqua.
– Il Bambino Gesù che viene presentato al tempio è il Figlio Unigenito di Dio venuto a salvare l’umanità; è il nostro Salvatore.
– Oggi siamo invitati ad andare incontro a Lui con le nostre luci, a volte fulgide e altre volte smorte e traballanti. Ma è Lui la luce che vince la notte; è il coraggio che vince il terrore; è la vita che vince la morte!
– Oggi è la 42.ma edizione della Giornata nazionale per la vita: “Aprite le porte alla vita!” Un accorato invito a desiderare un’esistenza piena di senso e di accoglienza: spalancare le porte a nuove forme di fraternità solidale. – Oggi ancora è la giornata della Vita consacrata, la XXIV edizione: “Gesù non ci ha scelti e mandati perché diventassimo i più numerosi! Ci ha chiamati per una missione!” .

Dal Vangelo di questa domenica. (Forma breve: Lc 2,22-32)
♦ Quando furono compiuti i giorni della loro purificazione rituale, secondo la legge di Mosè, Maria e Giuseppe portarono il bambino a Gerusalemme per presentarlo al Signore – come è scritto nella legge del Signore: «Ogni maschio primogenito sarà sacro al Signore» – e per offrire in sacrificio una coppia di tortore o due giovani colombi, come prescrive la legge del Signore.
♦ Ora a Gerusalemme c’era un uomo di nome Simeone, uomo giusto e pio, che aspettava la consolazione d’Israele, e lo Spirito Santo era su di lui. Lo Spirito Santo gli aveva preannunciato che non avrebbe visto la morte senza prima aver veduto il Cristo del Signore.
Mosso dallo Spirito, si recò al tempio e, mentre i genitori vi portavano il bambino Gesù per fare ciò che la Legge prescriveva a suo riguardo, anch’egli lo accolse tra le braccia e benedisse Dio, dicendo:
«Ora puoi lasciare, o Signore, che il tuo servo
vada in pace, secondo la tua parola,
perché i miei occhi hanno visto la tua salvezza,
preparata da te davanti a tutti i popoli:
luce per rivelarti alle genti
e gloria del tuo popolo, Israele».

____________________

1. – La 42ma edizione della Giornata nazionale per la vita: “Aprite le porte alla vita!”
“Aprite le porte alla vita” questo il titolo e tema del Messaggio dei Vescovi per la 42.ma Giornata per la Vita di oggi 2 febbraio 2020.
“Dobbiamo sperare che la Giornata per la vita divenga sempre più un’occasione per spalancare le porte a nuove forme di fraternità solidale”, queste sono le parole del direttore a conclusione della lettera con cui invita gli Uffici diocesani di pastorale familiare, le diocesi e le Associazioni ad animare la Giornata 2020
Il messaggio esprime il rifiuto di ogni forma di aborto, abbandono, maltrattamento e abuso e porge l’invito a promuovere l’uguale dignità di ogni persona.
♦ Il messaggio è suddiviso in tre paragrafi: 1. Desiderio di una vita sensata. 2.Dalla riconoscenza alla cura. 3. Ospitare l’imprevedibile. – Se diventiamo consapevoli e riconoscenti della porta che ci è stata aperta, allora potremo aprire la porta agli altri viventi.
Nasce da qui l’impegno di custodire e proteggere la vita umana dall’inizio fino al suo naturale termine e di combattere ogni forma di violazione della dignità, anche quando è in gioco la tecnologia o l’economia.

2. La XXIV Giornata della Vita consacrata.
Oggi, 2 febbraio, è la festa della Presentazione del Signore al tempio ed è la giornata dei consacrati.
Sono migliaia i consacrati e le consacrate in tutto il mondo che accolgono il dono della vocazione con gioia e disponibilità nei molteplici carismi, che nella loro vita cercano il volto di Dio, impegnandosi a costruire la pace e la fraternità, nonostante le difficoltà.
E’ una giornata di preghiera per le vocazioni e di ringraziamento al Signore per il dono di tanti consacrati e consacrate che, in terre di missione o nella ferialità della vita e nel lavoro quotidiano, vivendo in contesti spesso anche difficili, si prendono cura degli ultimi e dei più fragili e sono testimoni e annunciatori della presenza di Dio nel mondo.
Nella Giornata a loro dedicata, tutti i consacrati rinnovano l’impegno a essere «luce del mondo e sale della terra», a operare per la pace e la fratellanza accogliendo l’invito del Pontefice a essere «uomini e donne che illuminano il futuro».
“Viviamo un momento della storia umana bisognosa di un senso vocazionale della vita”.

Oggi, 2 febbraio, è la festa della Presentazione del Signore, una festa così vicina ancora al Natale, eppure già colma della luce della Pasqua, perché il Bambino Gesù che viene presentato al tempio è il Figlio Unigenito di Dio venuto a salvare l’umanità. – Oggi è la 42ma edizione della Giornata nazionale per la vita: “Aprite le porte alla vita!” Un accorato invito a desiderare un’esistenza piena di senso e di accoglienza: spalancare le porte a nuove forme di fraternità solidale. – Oggi ancora è la giornata della Vita consacrata nella XXIV edizione: “Gesù non ci ha scelti e mandati perché diventassimo i più numerosi! Ci ha chiamati per una missione!”

Condividi l'articolo