Curiosità dalla storia: Lo scoop del secolo di Clare Hollingworth

La giornalista britannica annunciò in anteprima mondiale l’invasione tedesca della Polonia

L’articolo (non firmato secondo le usanze dell’epoca) aprì la prima pagina del Daily Telegraph del 29 agosto 1939: “1000 carri armati ammassati al confine con la Polonia. Dieci divisioni sono pronte a colpire”

Clare Hollingworth – Soldati tedeschi rimuovono la sbarra di confine alla frontiera tra Germania e Polonia 1° settembre 1939

Clare Hollingworth aveva iniziato giovanissima come giornalista freelance e nel 1938 – dopo l’occupazione tedesca della Cecoslovacchia – era andata a lavorare a Varsavia per i rifugiati cechi, richiedendo per loro i visti britannici e salvando così la vita a molte persone in fuga dalla Germania nazista e dai territori occupati dai tedeschi. Non era un momento facile per l’Europa, soprattutto per quei Paesi che confinavano ad est col Terzo Reich, che per primi conosceranno la brutalità delle truppe tedesche. Dopo l’Anschluss, l’annessione dell’Austria da parte della Germania (marzo 1938), a settembre nella Conferenza di Monaco le potenze europee (Gran Bretagna, Francia, Italia e Germania) si accorderanno sull’occupazione nazista della regione dei Sudeti, in Cecoslovacchia. Nel marzo dell’anno successivo i tedeschi occuperanno, annettendole al Reich, la Boemia e la Moravia e il 1° settembre 1939 le truppe di Hitler invaderanno la Polonia. Grazie all’esperienza sul campo, nell’agosto del 1939 la Hollingworth era stata assunta dal Daily Telegraph, quotidiano britannico fondato nel 1855. In quel periodo il territorio polacco era il centro di forti tensioni politiche e militari per via dell’interessamento delle due potenze, Germania e Urss, di spartirsi quel territorio, occupandolo rispettivamente a ovest e ad est, mentre Francia e Inghilterra erano alleate della Polonia. La Hollingworth si trovava da poco meno di una settimana in Polonia, aveva 27 anni e, essendo a corto di pellicole per la macchina fotografica (forse era solo una scusa) chiese in prestito l’auto dell’ambasciata britannica per poter attraversare il confine e recarsi in Germania. Probabilmente voleva vederci chiaro sulle voci che circolavano di un imminente invasione nazista. Così, mentre percorreva una strada adiacente alla frontiera, il 28 agosto notò un massiccio concentramento di truppe tedesche pronte a invadere la Polonia.
Hollingworth inviò subito un pezzo al giornale, che lo pubblicò il giorno successivo sulla prima pagina. Questo il titolo: “1000 carri armati ammassati al confine con la Polonia. Dieci divisioni sono pronte a colpire”. Tre giorni prima dell’inizio della Seconda guerra mondiale la giornalista inglese aveva fatto quello che poi sarà ricordato come lo “scoop del secolo”. Ma la Hollingworth il 1° settembre dovette telefonare all’ambasciata per convincere i funzionari che i tedeschi avevano invaso la Polonia. Alla fine di agosto si sapeva di operazioni militari ma nessuno poteva immaginare che da lì a pochi giorni sarebbe esploso il conflitto. Inoltre la testimonianza di una donna negli anni Trenta era considerata poco attendibile. Purtoppo già molti erano a conoscenza del fatto che Hitler e Stalin nel “protocollo segreto” del patto Molotov-Ribbentrop (23 agosto 1939), il patto di non aggressione, era stato definito l’accordo tra le due potenze per specifiche acquisizioni territoriali: come già detto la divisione della Polonia e l’acquisizione da parte dell’Urss dei Paesi Baltici e della Bessarabia.
Il 1° settembre 1939 l’inizio delle ostilità: Hitler invade la Polonia e due giorni dopo Francia e Inghilterra dichiareranno guerra alla Germania. Clare Hollingworth continuerà la sua avventurosa carriera di reporter di guerra. Lavorerà in tanti luoghi “caldi” del mondo: in Africa, in Grecia, in Romania, in Palestina, in Iraq, Iran, Vietnam e Cina. Spesso non seguirà le regole della censura e sarà più volte sul punto di venire arrestata. Si lancerà con il paracadute con i soldati in occasione dello sbarco in Sicilia e sarà la prima giornalista a intervistare lo Scià di Persia. Inviata nella guerra in Vietnam, si spegnerà a Honk Kong nel 2017 all’età di 106 anni.

Condividi l'articolo
Francesco Marmorato
Francesco Marmorato
Docente di lettere nella scuola secondaria, Caporedattore e collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.