Con il coraggio dei missionari

In Guatemala i latifondisti si impadronivano delle terre dei poveri spacciandosi per legittimi proprietari, sulla base di documenti fasulli, che i campesinos non erano in grado di leggere perché analfabeti. Padre Tullio Maruzzo cominciò a insegnar loro a leggere, a scrivere e a renderli consapevoli dello sfruttamento di cui sono vittime. Con l’aiuto della Caritas locale distribuiva ai più poveri generi di prima necessità, soprattutto garantiva loro l’assistenza legale di cui avevano bisogno per far valere i loro diritti.  – La sera del 1° luglio 1981, mentre tornava da una riunione dei Cursillos de Cristiandad nella località di Los Amates, fu assassinato da alcuni guerriglieri assieme al suo catechista, Luis Obdulio Arroyo Navarro. – Ora sono Beati perché hanno mostrato il volto di una Chiesa che abbraccia tutti, soprattutto gli scartati e gli oppressi.