Sul grande schermo il volto femminile della ’ndrangheta

Film distribuito dall’ASAP Cinema networkdi di L. La Torre, L. Lardieri e F. Tucci

L’opera prima del regista lametino Fernando Muraca al Cinema Moderno di Vibo Valentia

LaterraDeiSanti

Vittoria (Valeria Solarino) è un magistrato, viene dal nord e crede nella giustizia. Assunta (Daniela Marra) è la vedova di un soldato di ‘ndrangheta, non è mai uscita dalla sua terra e gli unici legami che riconosce sono quelli della famiglia. Per lei la vendetta è un diritto e non avere paura del sangue un dovere; ed è per dovere che è costretta a sposare suo cognato Nando, come è già successo a sua sorella Caterina (Lorenza Indovina) moglie del boss latitante Alfredo Raso in guerra con la cosca dei Macrì. Vittoria ha un obbiettivo: scardinare l’omertà delle donne verso quel sistema patriarcale che sta alla base della più influente organizzazione criminale del mondo. Indagini e arresti sono armi inutili allo scopo; per vincere sua battaglia l’unica possibilità è quella di togliere la patria potestà a tutte le madri che mandano a morire i propri figli.
Assunta ha rinunciato alla sua libertà e alla sua vita per proteggere i figli ma sarà costretta a vedere oltre quella gabbia che l’ha intrappolata otre quella terra di sangue un tempo nota come la Terra dei santi.
Il primo film di Fernando Muraca, parla agli spettatori di una ‘ndragheta di cui solo raramente si occupano i giornali. Quanti sono i ragazzini che ogni anno perdono la vita nella guerra tra cosche? Che volto hanno le loro madri, donne rassegnate all’idea che i loro bambini siano, prima di tutto, figli della ‘ndragheta? La Terra dei Santi è un film che scava dentro le radici antropologiche del fenomeno ‘ndrangheta e attraverso l’inedita prospettiva femminile mostra al pubblico un volto inedito e fino ad ora poco raccontato della criminalità organizzata più potente del mondo.
A raccontare questa storia la penna di Monica Zapelli, vincitrice con I cento passi al Festival di Venezia 2000 e ai Nastri d’Argento nel 2001 come miglior sceneggiatura e del David di Donatello nel 2001 per Almost Blue, e Fernando Muraca.
ASAPcinemaIl film prodotto da Kinesis Film e distribuito da ASAP Cinema Network, rappresenta un invito per il pubblico, soprattutto quello calabrese, a partecipare al messaggio di impegno civile che il film di Fernando Muraca ha coraggiosamente portato sullo schermo.
Il regista Fernando Muraca Lunedì 20 aprile alle ore 19:15 incontrerà il pubblico del cinema Moderno di Vibo Valentia

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino
Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.