Una bella notizia in un’estate da dimenticare

Santa Maria dell’Isola simbolo della Calabria assieme ai Bronzi Di Riace

Il cantiere sbloccato dalla Prefettura di Vibo Valentia

L'Isola di Tropea illuminata - foto Libertino
L’Isola di Tropea illuminata – foto Libertino

La riapertura al pubblico del Santuario di Santa Maria dell’Isola rappresenta un meraviglioso avvenimento che, in un certo qual modo, mette una toppa ad un’estate da dimenticare. Dopo oltre dieci interminabili anni di sconcertante attesa, il prossimo 14 agosto l’importante luogo, simbolo, assieme ai Bronzi Di Riace, del turismo in Calabria, riaprirà i battenti per la gioia di tutti i Tropeani e delle migliaia di turisti che hanno scelto la nostra città come meta per le loro vacanze anche in ragione del fascino esercitato dalla Chiesa.
Come cittadino tropeano mi sento in dovere di ringraziare tutte le persone che si sonoadoperate per il raggiungimento di tale importante traguardo. Il mio primo pensiero va all’On. Michele Ranieli che, all’epoca del suo mandato parlamentare, ha avuto la sensibilità di sponsorizzare l’inserimento dell’intervento di risanamento conservativo, con concessione di un finanziamento di un milione di euro, in un più ampio piano nazionale di misure di sviluppo (Decreto del 18.07.03 del Ministero dell’Economia e delle Finanze). Esprimo, dunque, tutta la mia gratitudine per l’encomiabile lavoro svolto dalla Dott.sa Maria Rosa Luzza che, nella veste di Commissario Straordinario del Comune di Tropea, si è prodigata, prima nel recuperare il finanziamento che sembrava irrimediabilmente compromesso a causa delle deficienze e dei ritardi accumulati dall’amministrazione comunale, quindi nel dare l’avvio al primo lotto dei lavori (restauro dell’esterno della Chiesa). Analogo riconoscimento e ringraziamento va alla dott.sa Aurora Colosimo che, anch’ella nella veste di Commissario Straordinario del Comune di Tropea, ha dato una sferzata all’inizio dei lavori di messa in sicurezza dello scoglio inspiegabilmente arenati presso l’UTC di Tropea. Non può essere sottaciuto, di poi, l’impegno di Mons. Saverio Di Bella, prima, e di Don Nicola De Luca, poi, che, assieme ai vertici di Montecassino, hanno incalzato in tutti i modi il Comune affinché si giungesse in tempi accettabili alla conclusione di una vicenda che stava assumendo aspetti grotteschi. Infine, un grazie al geologo dott. Aldo Battaglia la cui professionalità è stata fondamentale per la pronta risoluzione di svariate problematiche di ordine tecnico.
I successi ottenuti dai tecnici sono la rappresentazione plastica del fallimento della politica tropeana dell’ultimo decennio e, al contempo, la prova che con la buona volontà, la competenza, la passione, la tenacia e la determinazione i risultati arrivano.

Gruppo Consiliare Forza Tropea
Il Capogruppo, Avv. Giovanni Macrì

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino

Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria nell’elenco pubblicisti.