“TropeainCanto”

Strepitoso successo del coro polifonico “Don Giosuè Macrì”

Soddisfatti il Presidente P. Ceraso, il Maestro V. Laganà, coristi, strumentisti

Lo storico coro polifonico “Don Giosuè Macrì” di Tropea - foto Annalisa Laganà
Lo storico coro polifonico “Don Giosuè Macrì” di Tropea – foto Annalisa Laganà

Dopo il primo concerto estivo tenuto al teatro del porto di Tropea il 6 agosto scorso, in cui si è registrato il tutto esaurito e una critica positiva da parte del pubblico presente, il secondo concerto del 26 agosto dell’ormai storico coro polifonico “Don Giosuè Macrì” di Tropea ha, ancora una volta, strabiliato gli ascoltatori che hanno dimostrato, durante tutta l’esibizione, grande attenzione e partecipazione.
Enorme soddisfazione, dunque, per i coristi, gli strumentisti, il Presidente Paolo Ceraso e il Maestro Vincenzo Laganà che hanno visti i loro sforzi tradursi in un’offerta culturale a carattere musicale così gradita al pubblico.
Anche in questo concerto, il maestro Laganà si è avvalso del contributo di ottimi strumentisti tropeani per impreziosire i brani proposti grazie anche ai particolari arrangiamenti che hanno saputo ben amalgamare le voci del coro ai suoni dei “fiati”, sfruttandone appieno le caratteristiche timbrico-espressive.Il programma presentato è stato scelto preferendo brani cosiddetti “leggeri” e consoni al clima vacanziero.
Non si sono trascurati, per questo, i grandi compositori come Mozart, dei quali sono stati eseguiti alcuni brani che fanno parte della “canzonetta” d’autore.
Proseguendo, il nutrito programma ha previsto l’esecuzione di pagine musicali a carattere popolare di alcune regioni italiane e straniere.
Particolarmente apprezzata è stata la canzone, in vernacolo tropeano, “La bella di li belli”, composta e cantata dal maestro Laganà. Il coro, nella circostanza, è stato diretto dal maestro Mario Muscia.
Ma non è tutto. Sul finire della serata, quasi a voler cogliere di sorpresa gli spettatori, ecco la novità: la scena del teatro è stata repentinamente invasa da un folto gruppo di bambini che, assunta la posizione, insieme a tutto il coro si è esibito in una famosissima canzone della fronda:  “Pippo non lo sa”.
Gli spettatori hanno particolarmente apprezzato questa lieta e festosa “invasione” di campo.
Il coro, con questi suoi giovani rinforzi, ha poi concluso definitivamente la sua performance canora trasformando il teatro del Porto in una vera e propria giungla: introdotto da versi di ignote e sconosciute bestie, il gruppo si è esibito in una divertente versione di “The lion sleeps tonight”. Non ha potuto negare il bis, richiesto a gran voce, del brano “Funiculì, funiculà” accompagnato dal pubblico che, in piedi, partecipava battendo a ritmo le mani.

Condividi l'articolo
Redazione
Redazione
Tropeaedintorni.it nasce come sito web indipendente nel 1994 e, dal 6 dicembre 2007, diventa Testata giornalistica (reg. n° 5 presso il Tribunale di Vibo Valentia). Redazione e amministrazione via Degli Orti n° 15 – 89861 Tropea (VV)