Cultura e Società

A Zambrone, il 13 agosto, serata in onore dei caduti sul lavoro

“Se non ricordiamo non possiamo comprendere.

Evento organizzato in collaborazione con Pro Loco Zambrone, Associazione Aramoni, Hotel La Praia e con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Zambrone.


“Se non ricordiamo non possiamo comprendere”. Così scriveva Edward Morgan Forster, scrittore britannico dei primi del 900. Ed è proprio vero. E’ l’unico modo che un uomo ha di far capire alle nuove generazioni che si apprestano a vivere il futuro, ciò che è già stato e come si è vissuto. Ed è con questo spirito di ricordo e comprensione del tema trattato, che l’Associazione “Amici di Aldo Ferraro” realizzerà il 13 Agosto 2012, a Zambrone in piazza 8 Marzo, una serata in ONORE AI CADUTI SUL LAVORO. Evento organizzato in collaborazione con Pro Loco Zambrone, Associazione Aramoni, Hotel La Praia e con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Zambrone. Per ricordare tutti gli uomini e le donne che hanno sacrificato la loro vita sul lavoro. Zambrone negli ultimi 80 anni, ha pagato un caro prezzo in tema di morti sul lavoro. 14 tra uomini e donne, hanno abbandonato questa vita, sacrificandosi sul lavoro. Morti che hanno lasciato la loro scia di dolore, portata avanti nel ricordo generazionale. Ultima vittima in ordine cronologico il compianto Aldo Ferraro, la cui scomparsa ha scosso le coscienze e gli animi della comunità zambronese, più povera di un figlio e di un amico ineguagliabile. Per lui, l’associazione, nella persona del suo Presidente Mario Ambrosi, i familiari e gli amici di Aldo, vogliono, con questo evento, ricordare tutti i caduti sul lavoro, d’ogni razza e credo religioso. Perché il dolore è universale e da ciò, nasce la consapevolezza di essere tutti fratelli e figli di un unico padre. Nel corso della serata verrà anche consegnato il premio “Amicizia e bontà” istituito dall’Associazione per ricordare i valori del giovane Aldo. Il premio quest’anno andrà a Norina Ventre, più conosciuta come “Mamma Africa”, per la dedizione con cui, nella sua vita, ha sempre accolto prima i poveri lavoratori della sua terra e poi i giovani provenienti da altre nazioni. Con lei ci sarà il sindaco di Rosarno, la Signora Elisabetta Tripodi e una piccola delegazione di ragazzi africani. La premiazione delle squadre di calcetto finaliste del Torneo “2° Memorial Amici di Aldo Ferraro”, non avverrà nel corso della stessa serata, come era in programma ma, alla finale che verrà disputata il 17 Agosto alle 20:30 nel campetto sportivo “Aldo Ferraro” a Zambrone. La serata continuerà con il grande concerto dei Mattanza, un gruppo calabrese di musica etno folk. La parola Mattanza deriva dallo spagnolo matanza, strage, derivato da matar, uccidere.
La matanza denunciata dalle note e dai ritmi dei MATTANZA è quella della cultura, della storia, delle tradizioni. Una mattanza che deve essere evitata con ogni mezzo, perché, come recitano a conclusione di ogni concerto “un popolo senza storia è come un albero senza radici. È destinato a morire. ”. Appuntamento quindi, al 13 Agosto a Zambrone, alle ore 20:30, per vivere insieme una serata che non sarà di certo triste ma, allietata dal canto e dalla musica dei Mattanza. Travolgente e intensa.

Scarica la locandina dell’evento

 

Mariella Epifanio

Condividi l'articolo
Comunicato Stampa
Comunicato Stampa
Tropeaedintorni.it nasce come sito web indipendente nel 1994 e, dal 6 dicembre 2007, diventa Testata giornalistica (reg. n° 5 presso il Tribunale di Vibo Valentia). Redazione e amministrazione via Degli Orti n° 15 - 89861 Tropea (VV).