Cammino di Santiago a rotelle

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Cammino di Santiago a rotelle.

215a-santiagoIl titolo, volutamente stringato, potrebbe già rendere l’idea di una eroica impresa oltre che di una una bella storia avvenuta due anni fa: in Spagna un uomo ha spinto l’amico in sedia a rotelle per 800 km sul cammino di Santiago di Compostela. A compiere l’impresa, denominata “I’ll Push You” (Ti spingerò io) e testimoniata via Internet, sono stati due 39enni americani dell’Idaho, Justin Skeesuck e Patrick Gray. – Decisamente, una bella storia!

Niente è impossibile.
Nemmeno spingere per 800 km la sedia a rotelle dell’amico paralizzato.

♦ E’ quello che ha fatto Justin Skeesuck, 39 dell’Idaho, che ha aiutato l’amico Patrick Gray a completare il cammino di Santiago de Compostela.
I due ci hanno messo 35 giorni e la loro impresa è stata seguita via Internet con un sito ufficiale, un account Twitter, tramite i quali hanno chiesto alla gente di dar loro una mano con donazioni.
Skeesuck e Gray sono amici sin dall’infanzia e hanno vissuto molte esperienze insieme.
Quando Skeesuck è rimasto colpito da una malattia autoimmune che lo ha obbligato su una sedia a rotelle, non ha comunque rinunciato a vivere la vita fino in fondo. E quando ha proposto a Gray di affrontare il cammino di Santiago, questi non se lo è fatto dire due volte.
“E’ stato folle, ma abbiamo provato che anche se ci sono dei limiti nella propria vita, non bisogna permettere loro di condizionarci – ha affermato Gray -. Niente è impossibile”.
♦ Non sono mancati i momenti difficili, come sui Pirenei o come quando, al secondo giorno, alla sedia a rotelle di Skeesuck è saltata via una ruota. Ma sono stati tutti affrontati e superati.
Gray afferma che nulla è impossibile e neanche una carrozzina può fermare un grande desiderio, quando si ha la voglia di vivere.
♦ I due hanno rivolto un grande ringraziamento a tutti coloro che li hanno sostenuti con le loro offerte, senza le quali non sarebbero arrivati a Santiago, e anche questo, secondo Gray, dimostra come quando si vuole realizzare qualcosa la soluzione è a portata di mano, anche se questo significa affidarsi alla bontà e alla solidarietà delle persone.
(fonte: dal web, 6 agosto 2014)

una bella storia avvenuta due anni fa: in Spagna un uomo ha spinto l'amico in sedia a rotelle per 800 km sul cammino di Santiago di Compostela. A compiere l'impresa, denominata "I'll Push You" (Ti spingerò io) e testimoniata via Internet, sono stati due 39enni americani dell'Idaho, Justin Skeesuck e Patrick Gray.
Una bella storia avvenuta due anni fa in Spagna: un uomo ha spinto l’amico in sedia a rotelle per 800 km sul cammino di Santiago di Compostela. A compiere l’impresa, denominata “I’ll Push You” (Ti spingerò io) e testimoniata via Internet, sono stati due 39enni americani dell’Idaho, Justin Skeesuck e Patrick Gray.
Condividi l'articolo