Al Commissario del PD De Luca

D’Agostino scrive una lettera aperta

Le saremmo grati se volesse intercedere affinché i “reggenti” del circolo PD di Tropea, volessero organizzare un incontro fra gli iscritti

Il Commissario del PD di Vibo Valentia De Luca - foto Libertino
Il Commissario del PD di Vibo Valentia De Luca - foto Libertino

Egr. Commissario De Luca,
abbiamo assistito ad una polemica sulla stampa cittadina che vorremmo cessasse al più presto.
Non possiamo non esternare il nostro stupore alla notizia secondo cui alcuni iscritti al circolo del PD di Tropea intendano farsi portatori della linea politica del partito, criticando il dissenso manifestato da un iscritto.
Se vi sono degli organi provvisori che lei ha nominato, costoro debbono limitarsi al compito demandatogli, cioè quello di organizzare il tesseramento.
Con l’occasione le significhiamo che dopo un unico incontro durante la fase del tesseramento, trascorsi ormai diversi mesi, non abbiamo più avuto modo di incontraci, nonostante le numerose vicende politiche che interessano il partito sia a livello locale che nazionale.
Le saremmo grati se volesse intercedere affinché i “reggenti” del circolo PD di Tropea, volessero organizzare un incontro fra gli iscritti per ristabilire le più elementari regole democratiche di partecipazione al partito.
Cordialità.
Saverio e Ferdinando Simonelli (avvocati), Pasquale Frezza (commercialista), Antonio La Torre (insegnante presso il Conservatorio di VV), Avv. Sandro D’Agostino

Condividi l'articolo