Consiglio comunale del 20 maggio 2016

Riceviamo e pubblichiamo

Relazione del Sindaco sul rendiconto della gestione

Il Sindaco di Parghelia Maria Brosio - foto Libertino
Il Sindaco di Parghelia Maria Brosio – foto Libertino

Nella seduta del 20 maggio il Consiglio Comunale di Parghelia ha approvato, con il voto favorevole della maggioranza e quello contrario dell’opposizione, il rendiconto della Gestione dell’esercizio finanziario 2015.
Si riporta appresso la relazione del sindaco Maria Brosio che ha sottoposto al Consiglio Comunale l’esame e l’approvazione del Rendiconto della Gestione dell’esercizio finanziario 2015.
E’ una circostanza rilevante per il Consiglio perché c’è l’opportunità di verificare il riscontro tra le previsioni iniziali ed i dati consuntivi, e più in generale fare il punto sulla situazione economico-finanziaria del nostro Comune.
Il Rendiconto è già stato approvato dalla Giunta Comunale con deliberazione n. 22 del 26 aprile scorso e messo a disposizione di tutti i Consiglieri per la consultazione.
Il documento è accompagnato dalla relazione del Revisore dei Conti, dott. Andrea Nicoletti, che ringrazio e che per la prima volta certifica il nostro bilancio consuntivo, attesta la corrispondenza del rendiconto alle risultanze della gestione ed esprime parere favorevole per la sua approvazione.
Con l’occasione voglio rivolgere anche un sentito ringraziamento al responsabile dell’Ufficio Finanziario Rag. Francesco Crigna per l’attenzione e la diligenza con cui ha predisposto la documentazione nonostante la complessità delle regole che disciplinano la nuova contabilità armonizzata che hanno modificato in modo consistente l’ordinamento finanziario e contabile.
I dati del documento contabile evidenziano che, pure in presenza di notevoli tagli di risorse sopportate dal Comune e di incertezza del gettito derivante dai tributi locali, si è riusciti a garantire i servizi ai cittadini e grazie a una gestione equilibrata, oculata e responsabile delle risorse a disposizione è stato possibile favorire la crescita e lo sviluppo del territorio, attuare la manutenzione e la valorizzazione, dare concreto sostegno a situazioni di disagio.
I risultati sono stati conseguiti non solo ottimizzando la spesa ma anche per la capacità di presentare progetti e ottenere finanziamenti da altri enti pubblici.
Inoltre un importante contributo per il raggiungimento di alcuni obiettivi si è avuto con l’introito dell’imposta di soggiorno che è stato pari ad euro 222,075,60.
A titolo esemplificativo, si elencano, qui di seguito, alcune attività svolte nell’ambito delle diverse aree

AREA SERVIZI GENERALI SOCIALI – SCUOLA
Per quanto riguarda i servizi sociali sono state istruite ed evase le pratiche relative a bonus gas, bonus energia elettrica, domande maternità, domande nucleo familiare, contributo affitto, assistenza disabili, assistenza a portatori di handicap.
Inoltre è stato fatto il pranzo sociale che è stato motivo importante di convivialità. Sono stati consegnati doni a bambini ed anziani, ciò ha costituito un’occasione di incontro pieno di gioia.
Il settore della scuola e dell’istruzione ha visto una costante collaborazione con l’Istituto Comprensivo, sia per supportare le attività didattiche, sia per migliorare la qualità delle strutture. Ricordiamo in particolare a questo proposito l’effettuazione di lavori per la mensa .
Per quanto riguarda invece le attività culturali sono state organizzate diverse manifestazioni quali, per esempio, mostre, presentazione di libri e spettacoli, intesi quali momenti di aggregazione socio-culturale.

AREA TECNICA MANUTENTIVA E LAVORI PUBBLICI
Per quanto riguarda le opere pubbliche sono state attivate le procedure, alcune concluse e altre in itinere, relativamente ai lavori di riqualifica area Scalamandrè, ristrutturazione centro diurno, riqualifica percorso “Scittareju”, messa in sicurezza torrenti Pigna e Bardano e completamento del recupero e riqualificazione del waterfront in località la Grazia; sono iniziati ed in esecuzione i lavori relativi a “Scittareju” e torrenti mentre sono stati conclusi i lavori di riqualifica dell’area Pigna.
Alle opere si aggiungono tutti i servizi di ordinaria e straordinaria manutenzione effettuati riguardanti il verde urbano, l’impianto di illuminazione pubblica, la rete idrica, pluviale e fognaria, la pulizia spiaggia, lo smaltimento di eternit.

AREA TRIBUTI
Per quanto concerne le aliquote e le tariffe dei tributi comunali si rileva che, rispetto all’anno 2014, le tariffe del servizio idrico sono diminuite del 10% mentre la tassa sui rifiuti è leggermente diminuita per i cittadini e lievemente aumentata per le attività turistico – commerciali.
Per quanto riguarda l’attività di riscossione coattiva dei tributi relativa agli anni pregressi, si evidenzia che la stessa è portata avanti per il tramite di Poste – Tributi S.c.p.a. e Equitalia S.p.A.

AREA ECONOMICO FINANZIARIA
Con decorrenza 01/01/2015 è entrata in vigore la nuova contabilità armonizzata di cui al D. Lgs. 118/2011 che prevede, altresì, il riaccertamento straordinario dei residui, l’applicazione dei principi della competenza potenziata, l’istituzione del fondo crediti di dubbia esigibilità e il fondo pluriennale vincolato.
L’accertamento straordinario dei residui approvato con delibera di Giunta n. 23 del 25/05/2015 ha evidenziato un risultato di amministrazione positivo all’ 1 gennaio 2015 di Euro 755.060,92 ma che successivamente con la quantificazione del fondo crediti di dubbia esigibilità per Euro 980.460,23 più somme vincolare per Euro 36.734,43 ha portato a un disavanzo di Euro 262.133,74 ripianato, come previsto dalla legge in 30 anni con una quota costante annuale di Euro 8.737,80 con delibera del Consiglio Comunale n. 4 del 10/07/2015.
Il rendiconto 2015 chiude con un risultato di amministrazione al 31/12/2015 di Euro 823.005,96 che sommando il fondo crediti di dubbia esigibilità al 31/12/2015 ammonta a Euro 952.220,56 e la parte vincolata che ammonta a Euro 38.146,52 determina un disavanzo di Euro 167.361,12 inferiore a quello determinato con riaccertamento straordinario con una differenza positiva di Euro 94.772,62.
I crediti di dubbia esigibilità sono consistenti e sono riconducibili al mancato e/o ritardato pagamento delle tariffe del servizio idrico e del servizio rifiuti. La costituzione del fondo crediti di dubbia esigibilità comporta una forte limitazione di spesa nel bilancio di previsione e l’accantonamento nel bilancio consuntivo. Si è tentato più volte di trovare una soluzione per ovviare a questo gravoso problema, come per esempio la concessione della rateizzazione, ma il problema permane mentre l’iter burocratico e i tempi della riscossione coattiva sono lunghissimi e spesso non soddisfacenti.

Il Sindaco di Parghelia
Maria Brosio

Condividi l'articolo