Joppolo, pesca abusiva

Due sommozzatori sorpresi dai Carabinieri

3500 esemplari riversati in mare dalla motovedetta di Tropea

Ancora un successo per gli uomini della Compagnia di Tropea
Due uomini sono stati sorpresi a Joppolo (VV), località Coccorino, ad esito del predisposto servizio finalizzato al contrasto del dilagante fenomeno della pesca abusiva, dai militari dell’equipaggio della Motovedetta CC 219, dipendente dalla Compagnia Carabinieri di Tropea, unitamente a personale della Aliquota Radiomobile.Si tratta di M.F.P., 37enne di Carini, in Provincia di Palermo, pescatore; F.A., 29enne palermitano, pescatore.
I due, ritenuti responsabili di pesca abusiva, venivano sorpresi ad effettuare pesca del riccio di mare. Nella circostanza circa 3.500 esemplari, per un valore complessivo di euro 3.500,00, venivano riversati in mare.
L’attrezzatura da pesca, per un valore di euro 500,00 circa, veniva sottoposta a sequestro, in particolare 10 retini, 1 frusta, 1 erogatore, 1 bombole ossigeno, 1 rastrello a mano.
Sul conto dei due pescatori inoltre venivano elevate sanzioni amministrative per un totale di euro 2.000,00 circa.

Condividi l'articolo
Comunicato Stampa
Comunicato Stampa
Tropeaedintorni.it nasce come sito web indipendente nel 1994 e, dal 6 dicembre 2007, diventa Testata giornalistica (reg. n° 5 presso il Tribunale di Vibo Valentia). Redazione e amministrazione via Degli Orti n° 15 - 89861 Tropea (VV).