Macrì torna a rispondere alla Nesci

“Lascia basiti l’appellativo di yes man da un grillino”

Il consigliere nazionale del Pdl invita la deputata del M5S a confrontarsi in un pubblico comizio per discutere il tema delicato del “porcellum”

Nino_MacrìGent.ma redazione, mi siano consentite due battute di replica alla Deputata (ricordo male, o i grillini volevano essere chiamati semplicemente “cittadini”?) Nesci.

L’appellativo di “yes man” affibbiato da un grillino che, sotto la costante minaccia di espulsione, viene limitato finanche nel fondamentale diritto di esprimere liberamente il proprio pensiero, lascia veramente basiti. L’insinuazione si commenta da sola!

Quanto al rapporto tra consenso ottenuto e buon lavoro svolto, cercherò di spiegarmi in modo ancor più chiaro visto il subdolo e maldestro tentativo posto in essere dalla Deputata di modificare a proprio favore il senso della mia osservazione. Nel precedente intervento ho riportato i dati afferenti alle scorse elezioni politiche la cui semplice analisi dimostra che il Pdl locale, grazie al buon lavoro di squadra svolto nel tempo, ha fornito un apporto positivo al proprio partito che si è tradotto in 15 punti percentuali di consenso al di sopra della media nazionale. La deputata Nesci, invece, non ha apportato alcunché al risultato del M5S vero essendo che a livello locale ha ottenuto ben 5 punti percentuali in meno rispetto alla media nazionale. Non v’è chi non veda la sonora bocciatura conseguita dalla cittadina nella propria città che evidentemente, assieme al sottoscritto, ne ignora meriti e impegno sociale, o forse, conoscendola molto meglio di quanto si possa pensare, ha ritenuto di starle alla larga. E’ proprio vero, i tropeani conoscono le storie personali e si sanno regolare.

Vedo che la cittadina Nesci ha ritenuto di dover sorvolare sul tema del “porcellum” (forse il Comico d’Italia, Condannato, non consente ai propri adepti di intervenire su temi così delicati) nonché sul processo di folgorazione che l’ha sottratta al carisma di Berlusconi. Ritengo che tali argomenti, specie il primo, meritino un approfondimento, magari, qualora il Comico dovesse autorizzarla, in un pubblico confronto.

Commissario cittadino Pdl
Consigliere nazionale Pdl

Condividi l'articolo