Settimana Santa 2020, la passione con il coronavirus

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Settimana Santa 2020, la passione con il coronavirus.

Una settimana santa del tutto inattesa, che il mondo dei credenti e no si appresta a vivere nel segno del Covid-19, il terribile coronavirus che ha messo in ginocchio l’umanità.
– Sarà l’occasione di stare più vicini a Gesù che soffre, muore e risorge per partecipare alla gioia di una vita nuova.
– Papa Francesco e i Vescovi sono sicuri che usciremo rinvigoriti nella fede da questa esperienza inattesa e delicata causata dalla pandemia.
– Accogliamo l’invito di Papa Francesco di “non sprecare questo tempo” e di restare “vicini” al mistero pasquale del Cristo, che in questi giorni drammatici molte persone stanno vivendo nella loro carne: chi nella sofferenza, chi nell’assistenza sanitaria, chi nell’aiuto solidale e chi nella preghiera. – E nel campo di una liturgia celebrata a porte chiuse, tutti gli organismi ecclesiali si sono organizzati ad accompagnare, in questi giorni, i fedeli con i vari mezzi della comunicazione (dirette TV e in streaming, social media, siti web…) consapevoli di essere il tramite privilegiato del Signore per portare a tutti amore e salvezza.

A. – La Settimana Santa nella Diocesi Mileto-Nicotera-Tropea.
Il Vescovo Mons. Luigi Renzo con lettera del Mileto 31 marzo 2020 (Prot. N. 20/20/V) comunica ai sacerdoti:
♦ «Carissimi, torno a ringraziarvi per quello che state facendo in questi giorni di crisi per il coronavirus. Ci sono caduti in testa inaspettati proprio nel tempo più sacro dell’Anno liturgico quando la fede popolare è più intensa e sentita.
È per questo che dovremo fare di tutto per consentire ai nostri fedeli di non soffrire più del necessario l’impedimento a partecipare ai riti della Settimana Santa, attenendoci alle indicazioni fornite dal Ministero dell’Interno alla CEI secondo cui “il numero dei partecipanti ai riti della Settimana Santa ed alle celebrazioni similari non potrà che essere limitato ai celebranti, al diacono, al lettore, all’organista, al cantore ed agli operatori per la trasmissione”. – Ovviamente tutto avviene a porte chiuse.

Suggerimenti pratici.
Mi permetto, allora, di dare alcuni suggerimenti pratici:
1. Nei Centri con più parrocchie: ci si organizzi insieme tutti i parroci per una sola celebrazione liturgica. I sacerdoti che non sono parroci possono prendere parte alla celebrazione in Parrocchia con le dovute precauzioni raccomandate per questo periodo.
2. Per come è possibile avvalersi dei social in diretta comunicando ai fedeli gli orari; non è ammessa la registrazione, come prevedono le norme della Cei del 1973.
3. Per le celebrazioni della Settimana Santa occorre attenersi alle direttive della Congregazione Culto Divino, già comunicate in precedenza.
4. Necessità dell’autocertificazione. Il Ministero dell’Interno ha precisato che, pur non essendo un lavoro, il servizio liturgico è assimilabile alle “comprovate esigenze lavorative”. Perciò, è detto, “l’autocertificazione dovrà contenere il giorno e l’ora della celebrazione, oltre che l’indirizzo della chiesa ove la celebrazione si svolge”. Si raccomanda, negli spostamenti, e in chiesa l’uso dei dispositivi di sicurezza personale previsti.

Celebrazioni diocesane a Mileto.
♦ A riguardo delle celebrazioni da me presiedute in Cattedrale, non è stato possibile avere la disponibilità della televisione “La C”, come si pensava, per cui verranno trasmesse in diretta streaming sul sito della diocesi secondo questi orari:
♦ Domenica delle Palme – Ore 10 seguendo la seconda forma del Rito (mentre in parrocchia la terza forma )
* Mercoledì Santo Messa Crismale con Benedizione degli Oli – ore 18.00 – Gli Oli saranno ritirati in Cattedrale quando sarà possibile;
Giovedi Santo – Messa “In Coena Domini” – Ore 18,00 – senza lavanda piedi, processione finale ed esposizione;
 Venerdì Santo – Azione Liturgica – Ore 16,30. A seguire la Via Crucis interna;
Sabato Santo – Veglia Pasquale – ore 20,00. – Si omette sia benedizione fuoco (sul cero pasquale si segna in anticipo solo l’anno) sia fonte battesimale, mentre si benedice l’acqua lustrale.
♦ Giorno di Pasqua – Messa della Risurrezione del Signore – Ore 10,30.

B – La Settimana Santa a Tropea in diretta streaming (Tropeaedintorni Facebook)

♦ 5 aprile, Domenica delle palme: Ore 11.00 (Concattedrale)

♦ 9 aprile, Giovedì santo: Messa in Coena Domini: Ore 18.30 (Concattedrale)

♦ 10 aprile, Venerdì santo in Passione Domini:

Azione liturgica, Ore 16.30 (Concattedrale);

Via Crucis, Ore 20.00 (Chiesa del Gesù)

♦ 11 aprile, Sabato santo, Veglia Pasquale: Ore 20.00 (Concattedrale)

♦ 12 aprile, Domenica di Pasqua, messa nella Resurrezione del Signore: Ore 11. 00 (Concattedrale).

In diverse chiese della città sono disponibili i foglietti di servizio della liturgia (quelli della messa domenicale) per meglio seguire i sacri riti. Web siti pastorali nazionali o privati offrono sussidi in quantità.

Una settimana santa del tutto inattesa, che il mondo dei credenti e no si appresta a vivere nel segno del Covid-19, il terribile coronavirus che ha messo in ginocchio l’umanità. Sarà l’occasione di stare più vicini a Gesù che soffre, muore e risorge al fine di partecipare alla gioia di una vita nuova. – La liturgia di questi giorni verrà celebrata nelle chiese a porte chiuse e senza popolo. Tutti gli organismi ecclesiali si sono organizzati ad accompagnare i fedeli con i vari mezzi della comunicazione (dirette TV e in streaming, social media, siti web…). Un modo nuovo di celebrare la fede. Anche Tropeaedintorni trasmetterà in diretta streaming Facebook. Buona settimana.

Condividi l'articolo