Tropea Teatro d’amare

Per info 340 627 7908 – 348 114 9953

Rassegna di nuova drammaturgia Calabrese, edizione 2017


Quale miglior mare se non quello di settembre? E allora quale miglior momento se non questo mese per tornare a far vivere il teatro a Tropea? Non poteva che non tornare in questo mese la seconda edizione di Teatro d’aMare, la rassegna di nuova drammaturgia calabrese organizzata da Libero Teatro e LaboArt, che si terrà nella cittadina vibonese dal 6 al 24 settembre e che trova in Max Mazzotta la direzione artistica e in Maria Grazia Teramo quella organizzativa. Il convegno e i tre spettacoli dell’edizione 2017 avranno come casa Palazzo Santa Chiara, in largo Ruffa a Tropea. Anche per quest’anno spazio ai più piccoli con un laboratorio teatrale ad hoc.
Si parte mercoledì 6 settembre con un doppio appuntamento. Alle ore 16, conferenza stampa di presentazione del cartellone di Teatro d’aMare 2017 insieme ai direttori Max Mazzotta e Maria Grazia Teramo e al sindaco di Tropea Giuseppe Rodolico.
Sempre a Palazzo Santa Chiara, e sempre il 6 settembre alle ore 17, il convegno Parola tragica e comica. La drammaturgia calabrese a cura, come già avvenuto lo scorso anno, della docente dell’Università della Basilicata e drammaturga Vincenza Costantino. Relazionano insieme a lei i docenti dell’Università della Calabria Carlo Fanelli e Donata Chiricò, il direttore del Teatro auditorium Unical Fabio Vincenzi e il magnifico rettore dell’ateneo Gino Mirocle Crisci.
Seguirà Letture dalla Calabria ad opera di Emilia Brandi, Ernesto Orrico e Francesco Carchidi.
Dopo questo robusto antipasto, il primo spettacolo andrà in scena domenica 10 settembre, a partire dalle ore 21, Giufà e il mare. Prodotto da Centro Rat/Teatro dell’Acquario, lo spettacolo è scritto e diretto da Antonello Antonante e vede in scena Maurizio Stammati e Dilva Foddai.
Domenica 17 settembre, sempre a Palazzo Santa Chiara con inizio alla 21, tocca a Mana Chuma Teatro in Come un granello di sabbia interpretato da Salvatore Arena che è regista dello spettacolo e autore del testo insieme a Massimo Barilla.
Chiusura, domenica 24 settembre, con l’anteprima nazionale del nuovo lavoro di Max Mazzotta e del Libero Teatro dal titolo Commedia all’italiana. Scritto e diretto dallo stesso Mazzotta, saliranno con lui sul palco Antonella Carchidi, Matteo Lombardo, Paolo Mauro, Alma Pisciotta, Francesco Rizzo, con la partecipazione di Alessandro Castriota Skanderbeg.
Anche per questa edizione di Teatro d’aMare è previsto uno spazio dedicato ai più piccoli. Ad allestirlo, sabato 9 e domenica 10 settembre, sarà Teatrino clandestino Sud e verrà curato da Daniele Scarpelli. Dal titolo Amami, il laboratorio (a cui possono partecipare gli aspiranti attori dai 4 anni in su), attraverso il dialogo creativo tra i partecipanti e l’animatore teatrale, si approfondirà la tematica dell’amore legata al teatro che porterà all’invenzione di svariati personaggi teatrali. Senza mai perdere il tono giocoso del laboratorio, i partecipanti daranno luogo infine ad una piccola prova aperta al pubblico per condividere la loro esperienza.
I biglietti dei singoli spettacoli avranno il costo di 10 euro, è prevista una forma di abbonamento a tutti e tre gli spettacoli al costo di 25 euro.

Condividi l'articolo