Agitazione studentesca

All’IPSSCT manca da giorni il riscaldamento.

Da martedì scorso i riscaldamenti sono completamente spenti e disservizi si registrano sin da prima delle ferie natalizie.

L’IPSSCT di Tropea - foto Libertino
L’IPSSCT di Tropea - foto Libertino

Agitazione studentesca negli Istituti d’Istruzione Superiore di Tropea. Da ben nove giorni gli studenti dell’indirizzo di studio IPSSCT lamentano la mancanza di riscaldamenti all’interno dell’edificio. A portare la voce di disappunto dell’intera scolaresca ci ha pensato Virginia Saturno rappresentante d’Istituto degli studenti: “E’ da giorni ormai che patiamo il freddo; le aule della nostra scuola da ben nove giorni non sono riscaldate a sufficienza e siamo costretti a fare lezione con indosso i giubbotti- dice Virginia- abbiamo fatto presente questo disservizio nella sede competente, cioè presso gli uffici della Provincia, ma ancora non abbiamo visto nessun provvedimento per superare questa situazione”. Virginia in accordo con i rappresentanti dei tutte le classi del’Istituto, ha annunciato la possibilità, se la situazione dovesse presentarsi la stessa lunedì mattina, di protestare in maniera più incisiva magari attraverso l’indizione di uno sciopero ad oltranza fin quando le aule non torneranno ad essere riscaldate. A perorare la causa dei giovani studenti anche i responsabili d’Istituto della classe docente, altrettanto coinvolti nel disservizio; il prof. Fortunato Frezza e la prof.ssa Giuliana Caruso, infatti, hanno già provveduto a segnalare l’assenza di carburante per l’utilizzo dei riscaldamenti, così come pure il Dirigente Scolastico, la dott.ssa Beatrice Lento, attente come sempre al benessere dei suoi ragazzi, si è prodigata burocraticamente a fare tutto ciò che le compete. Intanto dagli uffici della Provincia, Ente territoriale da cui dipendono gli Istituti Superiori, nessuna risposta è arrivata, ne si conosce il perché di questo ritardo. E’ da prima delle feste di Natale che la scuola registra problematiche relative al riscaldamento; il serbatoio che contiene circa 1500 litri di carburante non è stato del tutto riempito nei precedenti rifornimenti tanto da che, al rientro dalle ferie, si è stati costretti ad accendere i caloriferi soltanto per il tempo di stemperare l’aria gelida, mentre da martedì scorso sono completamente spenti. Lunedì una rappresentanza dei ragazzi si recherà a scuola per vedere se i riscaldamenti, nel frattempo, saranno messi in azione, dopo di che gli stessi decideranno il da farsi.

Condividi l'articolo
Caterina Sorbilli
Caterina Sorbilli
Docente nelle scuole del I ciclo, collaboratrice storica di Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritta all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.