Servizio finalizzato al controllo

Sequestrati cinque chilogrammi di materiale esplosivo,

Operazione predisposta dai Carabinieri di Zungri la notte di S. Silvestro

I botti sequestrati dai Carabinieri di Zungri
I botti sequestrati dai Carabinieri di Zungri

Cinque chilogrammi di materiale esplosivo, confezionato in maniera artigianale, sono stati sequestrati dagli uomini dell’arma, che ne hanno così evitato l’immissione illegale sul mercato e, soprattutto, hanno di certo impedito seri rischi per l’incolumità di molte persone.
È successo durante la notte di San Silvestro a Zungri, dove i Carabinieri della stazione locale hanno fermato tre uomini del luogo, rei di detenzione delle bombe e privi di alcuna licenza.
L’operazione è giunta al termine di un servizio coordinato, finalizzato al controllo della vendita e detenzione di ordigni rudimentali, appositamente organizzato per la notte di capodanno.
Ora i tre uomini sono stati denunciati. Si tratta di C. N., operaio di Zungri di 48 anni, che assieme ai due compaesani P. G., operaio di 44 anni, e S. G., disoccupato di 20 anni, nascondevano l’esplosivo.  Il materiale, consistente in un considerevole numero di bombe carta confezionate in modo artigianale e ad altissimo potenziale esplosivo, è stato posto sotto sequestro dai Carabinieri e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta
Docente ordinario di Lingua e letteratura italiana e Storia presso il Nautico di Pizzo (VV), è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti. Ha diretto varie testate giornalistiche, tra cui Tropeaedintorni.it