Curiosità dalla storia: fare la gavetta

Dalla scodella che conteneva il rancio per i soldati alla vita militare di basso livello

Anche il termine gavettone ha la medesima origine: in passato grande recipiente per la distribuzione del rancio dei soldati, oggi anche grande secchio d’acqua o comunque un recipiente riempito d’acqua che si lancia per fare uno scherzo

Scodella (dal latino Gàbata) o gavetta indica il contenitore del rancio dei soldati. Col passare dei secoli la parola ha assunto un altro significato: cioè vita militare al più basso livello.
Fare la gavetta ha dunque iniziato a significare il passare attraverso i gradi più umili (soldato) per poi arrivare a quelli più alti di ufficiale.
Anche il termine gavettone ha la medesima origine: in passato grande recipiente per la distribuzione del rancio dei soldati, oggi anche grande secchio d’acqua o comunque un recipiente riempito d’acqua che si lancia per fare uno scherzo. Il gavettone diventò una forma di nonnismo nei confronti dei militari: realizzato con liquami in recipienti di vario genere e sversato sul malcapitato.
Con la fine della Leva obbligatoria, oggi il gavettone è sempre il gioco di bagnare qualcuno con un qualsiasi recipiente, in particolare con un palloncino pieno d’acqua.

Condividi l'articolo
Francesco Marmorato
Francesco Marmorato
Docente di lettere nella scuola secondaria, Caporedattore e collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.