La Santissima Trinità

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

La Santissima Trinità.

Oggi è la solennità della Santissima Trinità, un mistero che ci apre alla meraviglia e allo stupore: aprire gli occhi sulla nostra meravigliosa e incredibile condizione di figli di Dio che è Padre, Figlio e Spirito Santo.
– Un Dio innamorato follemente degli uomini: il Padre coinvolto profondamente nella storia dei suoi figli,  il Figlio che nel sacrificio della sulla croce  ci rende la dignità di figli e  lo Spirito Santo che ci guida!
– Nell’unico Dio noi adoriamo tre Persone, ma non come una addizione (1+1+1 =3), ma come una comunione d’amore (1x1x1= 1). Vivere l’uno per l’altro.
– Perciò, una famiglia, che vive unita nell’amore, diventa l’icona più visibile  della Santissima Trinità. – «Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo».

Dal Vangelo di questa domenica (Mt 28,16-20)
In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato.
Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono.
Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».

♥ Il mistero della Santissima Trinità è il mistero centrale della fede e della vita cristiana. Soltanto Dio può darcene la conoscenza rivelandosi come Padre, Figlio e Spirito Santo (catechismo della Chiesa Cattolica, n. 261). –
♥ Gesù ci ha rivelato che Dio è Trinità e rimane unico. E questa unità è frutto della comunione del Padre col Figlio nello Spirito Santo; talmente uniti da essere uno, talmente orientati l’uno verso l’altro da essere totalmente uniti.
♥ Dio è un Padre che crea e che ama; è aperto alla felicità di tutto ciò che ha creato. Perciò ci vuole salvi e ci invita ad innestarci in Cristo, battezzati «nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo», restando sempre uniti nel suo amore, che è lo Spirito.
 Egli è davvero il «Dio con noi», tutti i giorni, fino alla fine del mondo.

♦ Una volta un professore universitario cercava di trasmettere al nipotino il concetto che “Dio è onnisciente, onnipotente, e non ha bisogno di nulla, basta a se stesso, insomma è tutto!
♦ Allora il nipotino di cinque anni gli rivolse a bruciapelo questa domanda inaspettata: “Senti un po’ nonno, se Dio è tutto perché ha fatto il mondo?
Anche filosofi e teologi si sono posti la bruciante domanda del bambino “Se Dio è tutto, perché ha creato il mondo?” La domanda può avere una sola risposta: perché Dio è Amore.
 La conclusione suona allora così: se il mondo c’è, Dio è Amore. Noi siamo dono dell’amore di Dio.

Unità e Trinità di Dio è il mistero centrale della fede e della vita cristiana. Nell’unico Dio noi adoriamo tre persone, ma non come una addizione (1+1+1 =3), ma come una comunione d’amore (1 x 1 x 1 = 1). – Perciò, una famiglia, che vive unita nell’amore, diventa l’icona più visibile del grande della Santissima Trinità. – «Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo».

Condividi l'articolo