L’anno Giubilare Mottoliano entra nel vivo

Le strade della città di Tropea sono state invase da centinaia di fedeli

Per tutte le domeniche fino al 7 aprile si svolgeranno i pellegrinaggi delle Zone pastorali della Diocesi ai luoghi mottoliani

Le strade della città di Tropea sono state invase da centinaia di fedeli – foto Maryann Forelli

E’ vero quando si dice che le cose belle attraggono. È cosi quando si ammira un bel tramonto nelle sere d’estate tropeana o quando ci si affaccia per ammirare la distesa azzurra del mare, ma lo è ancora di più quando si ha la possibilità di conoscere figure belle e straordinarie come quella del Venerabile don Francesco Mottola, santo sacerdote tropeano e perla del clero calabrese, instancabile apostolo della carità di Cristo coi poveri e ammalati del suo tempo. Ieri, domenica 10 marzo, le strade della città di Tropea sono state invase da centinaia di fedeli per l’inizio dei pellegrinaggi, voluti dal Vescovo della diocesi di Mileto – Nicotera – Tropea in occasione dell’anno giubilare mottoliano, per celebrare i 50 anni della morte di Don Mottola, avvenuta il 29 giugno 1969.Oltre 300 i fedeli provenienti dalle parrocchie della Zona Pastorale di Vibo Valentia che hanno raggiunto Tropea, con diversi pulmann e autovetture per partecipare al primo dei pellegrinaggi zonali. Ad essi si sono aggiunti anche un numeroso gruppo di terziari francescani.Stupore e meraviglia si leggevano sul volto e nelle parole dei pellegrini nel corso della visita ai luoghi di don Mottola, in particolare la sua casa natale e la prima casa della carità, accolti e accompagnati dagli oblati, con l’ausilio dei giovani volontari dell’Azione Cattolica cittadina. Per molti di essi era la prima volta, molti anche i ragazzi e giovani presenti e tutti hanno manifestato grande apprezzamento non solo per la bellezza dei posti, ma anche per lo spirito di Santità che si respirava negli ambienti che visitavano e per l’esempio meraviglioso di questo grande testimone di carità che è stato don Francesco Mottola.Il pellegrinaggio si è concluso nel Duomo normanno, dove riposano le spoglie mortali del Venerabile, con la solenne concelebrazione eucaristica, presieduta dal Vicario della Zona pastorale di Vibo Valentia Mons. Saverio Di Bella e animata dai canti del coro della Concattedrale di Tropea.Al termine della celebrazione è stata recitata la preghiera per la Beatificazione. Un’evento che ci si augura possa essere vicino, perché l’esempio di vita e di santità della luminosa figura sacerdotale di Don Mottola, possa essere conosciuto e ammirato da tutta la Chiesa.Nelle prossime domeniche di quaresima continueranno i pellegrinaggi delle parrocchie delle altre zone pastorali della diocesi, mentre sono state già programmate nel mese di marzo visite da gruppi ecclesiali, da associazioni, da scuole e da parrocchie provenienti non solo dal territorio circostante, ma anche da altri paesi della Calabria.Un ringraziamento va a tutti coloro che hanno collaborato con gli oblati per l’organizzazione di questo primo pellegrinaggio e in particolare ai commercianti che hanno aperto le loro attività per una degna accoglienza dei pellegrini e dei turisti. Per prenotare la visita guidata e ricevere informazioni, si può contattare il seguente numero telefonico 3929241026.

Condividi l'articolo
Francesco Sicari
Francesco Sicari
Sacerdote della diocesi di Mileto – Nicotera – Tropea, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni