Mercato, si cerca una soluzione

Ambulanti sollecitati al rispetto delle norme

Sospensione decretata dall’amministrazione comunale

Non è stato un Sabato mattina come gli altri a Tropea. Come anticipato nell’edizione de “Il Quotidiano della Calabria” di Giovedì u.s., in seguito a un provvedimento del Sindaco Antonio Euticchio, il mercato settimanale è stato sospeso. La decisione è stata presa a causa dei continui disagi, verificatisi dopo la sistemazione nell’area del parcheggio alle spalle del cimitero cittadino.  Come si legge — si legge in una nota inviata dall’Amministrazione comunale agli ambulanti interessati: «Considerate le continue e numerose lamentele pervenute da parte degli esercenti l’attività commer¬ciale sull’area pubblica di località “Annunziata” è sospesa, con decorrenza dal 7 febbraio e fino ad ulteriori nuove disposizioni». E così è stato, nel senso che nella mattina di Sabato le bancarelle non hanno occupato l’area adibita al loro esercizio. All’origine del provvedimento assunto dal primo cittadino vi sono stati ripetuti abusi da parte di alcuni ambulanti che, nonostante i continui avvisi delle forze di polizia municipale, non hanno mai rispettato la porzione di spazio loro concessa e, addirittura, hanno invaso anche quella attribuita ai vicini. Questo fatto ha anche determinato disagi relativi al passaggio dei pedoni tra le bancarelle, generando una situazione caotica. Così, dopo innumerevoli proteste e segnalazioni pervenute, l’Amministrazione comunale ha intenzione di verificare se sussistono le condizioni ottimali per continuarne l’esercizio nell’attuale sede e, soprattutto, se destinare l’area a tutti gli 80 ambulanti oppure solo a quelli rispettosi delle regole.
L’amministrazione è comunque decisa a dare la propria disponibilità alla soluzione del problema, ma a condizione che vengano rispettate le regole. Per Martedì è stato fissato un incontro che si terrà a Palazzo Sant’Anna
con il legale di 58 ambulanti, la maggioranza di quelli che esercitano la loro attività nel mercato del Sabato, per discutere su tutte le problematiche riguardanti il mercato settimanale e individuare soluzioni in merito a quella che è ormai una questione urgente. La compagine amministrativa ha fatto comunque sapere che nel caso in cui «l’esito della verifica ne desse specifica indicazione, si prenderà in esame un eventuale trasferimento dello stesso mercato in altra sede». Da segnalare, tra l’altro, la proposta avanzata e resa nota qualche settimana fa dall’esponente del Pdl, Nello Maccarone e dal consigliere comunale Nino Macrì. Entrambi hanno prospettato una soluzione che sembra alquanto efficace e interessante: spostare il mercato settimanale nelle vie del centro, quelle che occupava in passato, costituendo così un circuito importante con le altre attività presenti e restituendo al tradizionale appuntamento una certa immagine che, date le condizioni precarie degli ultimi anni, sembra aver perso, e che potrebbe costituire un valore aggiunto per la reputazione turistica della cittadina tirrenica.

Condividi l'articolo