Perpetuo Soccorso, la Madonna cerca i suoi figli

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Perpetuo Soccorso, la Madonna cerca i suoi figli.

Oggi è la festa della Madonna del Perpetuo Soccorso. La devozione dei cristiani verso di Lei è davvero grande e diffusa; impressionante è la partecipazione dei fedeli alla grande novena che si fa prima della sua festa nei santuari dedicati a Lei, come Baclaran nelle Filippine, Clonard Monastery a Belfast, Irlanda, e in tutte le principali chiese redentoriste.
– La sua celebre e miracolosa Icona è diffusa in tutto il mondo, grazie all’azione missionaria dei Redentoristi.
– Il suo santuario primario è a Roma, in Via Merulana 31, nella chiesa di S. Alfonso. Nel 1866 Papa Pio IX, oggi Beato, l’ha affidata ai Redentoristi. Nel 1991 un altro Papa, Giovanni Paolo II oggi Santo, ha voluto visitare la sacra Icona, sosta di preghiera nei suoi anni giovanili di operaio. Papa Francesco nel 2016, anno giubilare bicentenario dell’affido, ha benedetto 6 grandi Icone della Madonna che sono state “pellegrine” nel mondo a svegliare i cuori ad accogliere il Vangelo di Gesù.

La Madonna missionaria, in cerca dei suoi figli.
♦ Il santuario primario della Madonna del Perpetuo Soccorso è a Roma, in Via Merulana 31, nella chiesa di S. Alfonso, la quale nel 1855 è sorta sulle rovine dell’antica chiesa di San Matteo, dove la sacra Icona, giunta da Creta, era stata venerata per secoli, per poi rimanere sperduta e dimenticata in seguito ai movimenti rivoluzionari.

♦ Numerosi e continui furono e sono ancora oggi i pellegrinaggi dei fedeli, nazionali ed esteri, alla chiesa di S. Alfonso, divenuta Santuario della Madonna del Perpetuo Soccorso. Indimenticabili resteranno i pellegrinaggi di due Papi.
♥  Il primo, quello di Pio IX la sera del 5 maggio 1866. Al termine della funzione mariana il Sommo Pontefice, che era rimasto quasi estatico dinanzi alla sacra Icona, esclamò: «Quanto è bella! Quanto è bella! Fatela conoscere al mondo intero!». E volle che una copia della medesima fosse posta nella sua cappella privata. La copia è quella della immagine piccola, accanto al titolo di questo articolo.

♥ Il secondo, quello del 30 giugno 1991 di Papa Giovanni Paolo II che nutriva il desiderio di visitare la chiesa dove si conservava l’Icona della Madonna del Perpetuo Soccorso. Il Papa celebrò la santa Messa e pregò la supplica da lui stesso preparata. Poi, nell’incontro ravvicinato con i Redentoristi confidò: «Ricordo che durante l’ultima guerra, nel periodo dell’occupazione nazista della Polonia, io ero operaio in una fabbrica a Cracovia. La sera quando dalla fabbrica tornavo verso casa, mi fermavo sempre nella chiesa dei Redentoristi, dove c’era l’immagine della Madonna del Perpetuo Soccorso. Io trovavo quell’immagine molto bella. Ho continuato a visitare quella chiesa anche quando sono stato nominato Vescovo, e poi anche da Cardinale. Ringrazio la Madonna del Perpetuo Soccorso, che mi si è mostrata Perpetuo Soccorso in circostanze assai difficili».

Nel 2016-17 è stato celebrato l’Anno Giubilare (150 anni) per ricordare il ripristino del culto alla sacra Icona e il suo affidamento ai Missionari Redentoristi da parte del Beato Papa Pio IX.
A Limerick (Irlanda), dove ogni anno si celebra la Grande Novena, la sacra Icona della Madonna, benedetta da Papa Francesco, è andata a visitare i 250 prigionieri di sesso maschile e femminile nella prigione di Limerick per “sanare i danni causati dalla detenzione di un membro della famiglia”.
Il carcere, periferia e rinascita dell’umanità
♥ Limerick, Irlanda. I Redentoristi di Monte San Alfonso e il Progetto Famiglia di Bedford Row, che sostengono le famiglie con un membro in carcere, hanno collaborato insieme nel 2016 per permettere ai carcerati e alle loro famiglie di riunirsi per celebrare la Novena.
“Sanare i danni causati dalla detenzione di un membro della famiglia può richiedere tempo per ascoltare, capire e credere che ognuno ha il potenziale per cambiare,” ha detto Padre Seamus Enright, rettore dei redentoristi.
♥  P. Enright ha detto cconfidò che erano stati ispirati a diffondere il messaggio della novena in prigione, dopo l’accoglienza positiva ricevuta quando portarono un’icona della Madonna alla prigione di Limerick e alla prigione Mountjoy lo scorso anno.
♥  Fu una una festa della fede a Limerick, e ci furono attività sul tema del matrimonio e il ruolo della vita familiare nella società moderna che servirono anche a prepararsi al futuro Incontro mondiale delle Famiglie dell’gosto 2018.

Anno 2020, Il Covid-19.
♥ In quest’anno la Novena in onore della Madonna del Perpetuo Soccorso è stata celebrata on-line da molti santuari redentoristi, come tempo di grazia per tutti per sperimentare i doni e le benedizioni di Dio attraverso la potente intercessione della Madre del Perpetuo Soccorso.
♥ Ed anche nelle nazioni più povere colpite dal virus, nonostante il blocco della quarantena per evitare una tragedia maggiore per il covid, li fedeli cattolici hanno preparato la festa nazionale alla loro patrona, come Haiti che ha quale Patrona la Madonna del Perpetuo Soccorso.
E quando c’è la Madre… #Tutto andrà bene!

Oggi è la festa della Madonna del Perpetuo Soccorso. La devozione dei cristiani verso di Lei è davvero grande e diffusa. E’ la Madonna missionaria che cerca i suoi figli per svegliare i loro cuori ad accogliere il Vangelo di Gesù. Anche in quest’anno del Covid-19 la Novena di preparazione è stata celebrata on-line da molti santuari redentoristi, come tempo di grazia per tutti per sperimentare i doni e le benedizioni di Dio attraverso la potente intercessione della Madre. E già San Giovanni Paolo nel visitare il suo santuario in Roma nel 1991 confidò: «Io ringrazio la Madonna del Perpetuo Soccorso, che mi si è mostrata Perpetuo Soccorso in circostanze assai difficili».

 

Condividi l'articolo