Quando i ragni diventano protettivi

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Quando i ragni diventano protettivi.

Fammi giustizia, o Dio, difendi la mia causa contro gente spietata; liberami dall’uomo iniquo e fallace. Tu sei il Dio della mia difesa… Perché ti rattristi, anima mia? Spera in Dio: ancora potrò lodarlo, lui, salvezza del mio volto e mio Dio” (dal salmo 42).
– Le parole di questo salmo hanno confortato da sempre i perseguitati e li hanno aiutato ad affrontare le prove a cui andavano incontro.
– Ma Dio rispondeva a questa richiesta di aiuto? La risposta la si trova nella letteratura devota, nelle vite dei santi e nelle testimonianze orali che hanno attraversato i secoli e si ripresentano ancora fresche ai nostri giorni.
– E’ bello leggere che Dio va in aiuto dei suoi figli, li sostiene dinanzi al pericolo, liberandoli dalla paura e tante volte anche dalla morte. Ma resta sempre vero che la vita offerta per Dio è il miglior sacrificio che possiamo offrirgli. – Lo ha fatto prima di noi il Cristo in croce!

Una volta un missionario era in un paese straniero ad annunciare il Vangelo.
Venne prese di mira e cominciò ad essere perseguitato da un gruppo di fanatici.
♦ Questo gruppo di fanatici si presentò anche nel villaggio rurale dove si trovava il missionario, con l’intenzione di ucciderlo. Avvertito prima del loro arrivo, il missionario fuggì a piedi per un sentiero sterrato.
Quando gli inseguitori arrivarono al villaggio, qualcuno disse loro che il missionario era andato via in quel modo.
E ripresero l’inseguimento.
Ad un certo punto l’uomo di Dio stanco della fuga, si nascose in una grotta.
Appena entrato, i ragni hanno tessuto una bellissima tela all’ingresso della grotta.
Quando di lì passarono gli inseguitori, videro la ragnatela e dissero tra di loro: “In questa grotta non è potuto entrare, perché se fosse entrato avrebbe spezzato la ragnatela”.
E se ne andarono.
Così, il missionario rimase salvo. Salvato da una ragnatela.
Dio è creativo nel proteggere i suoi figli quando sono perseguitati. Usa anche i ragni.

(Fonte: Historinhas do Padre Queiroz, redentorista brasiliano).

E’ bello leggere che Dio va in aiuto dei suoi figli che lo invocano: li sostiene dinanzi al pericolo, liberandoli dalla paura e tante volte anche dalla morte. Ma resta sempre vero che la vita offerta a Dio è il miglior sacrificio che possiamo offrirgli. Lo ha fatto prima di noi il Cristo in croce!

Condividi l'articolo