Gli auguri per il nuovo anno scolastico del Dirigente Scalamandrè

La scuola è una “terra di mezzo” tra la famiglia e la società.

“Che questo anno scolastico possa essere un prezioso contributo per costruire l’irripetibile edificio della vostra vita”

Il Dirigente Scolastico Ing. Antonello Scalamandrè - foto Barone
Il Dirigente Scolastico Ing. Antonello Scalamandrè – foto Barone

Agli studenti
Ai Docenti

A voi studenti voglio rivolgere il mio più caro saluto, augurandovi che questo anno scolastico possa essere un prezioso contributo per costruire l’irripetibile edificio della vostra vita. A ciascuno di voi è consegnata infatti una sola esistenza, l’unica nella quale cercherete di trovare la piena realizzazione delle vostre aspirazioni. Possa la scuola aiutarvi a chiarire le vostre inclinazioni e indicarvi la giusta direzione per realizzarle.
Perciò desidero raccomandarvi: non sprecate tempo! “usate” bene la scuola, “usate” bene questo anno scolastico, servitevene per la vostra crescita, per comprendere meglio la realtà che vi circonda e il suo significato. Pensate allo studio come a un dono che per voi è un privilegio e che per molti, nel mondo, è ancora una conquista. Per questo abbiate passione per lo studio, aspirate a “volare alto” e a realizzare nella vita qualcosa che vi renda soddisfatti di voi e utili agli altri. Abbiate l’orgoglio di voler vincere le fatiche, le prove, le difficoltà; è questo un esercizio che a poco a poco rende facile anche il camminare su percorsi aspri. Non c’è contenuto che, sebbene complesso e magari anche difficile, non possa essere affrontato e capito se sono presenti impegno e volontà. Sappiate che nessuno può sostituirsi a voi nel cammino di scoperta delle conoscenze e nella volontà di migliorare voi stessi.
Partecipate attivamente alla vita della scuola servendovi, democraticamente, degli strumenti della rappresentanza. Al tempo stesso è importante avere sempre rispetto delle regole e dei doveri, che non sono sterili imposizioni ma fondamento e principio basilare su cui si fonda il vivere civile. In questo vostro percorso di crescita la scuola è il luogo dove imparare a convivere, a discutere, a confrontarsi magari perfino a litigare ma sempre nel rispetto di se e degli altri. Essa vi aiuta a diventare adulti. Passerete, poco alla volta, da una condizione di tutela a sperimentare forme di attività autonome. Passerete dall’ascolto delle parole degli insegnanti alla capacità di prendere la parola e farvi ascoltare. Vi auguro che, alla fine, raggiungerete la piena disponibilità a confrontare le vostre idee con quelle degli altri e la vertigine del “pensiero libero”. La scuola è una “terra di mezzo” tra la famiglia e la società, tra il vostro piccolo ambiente di appartenenza e i diritti e i doveri di un mondo più grande. Essa è fucina di uomini liberi e cittadini consapevoli.
Ai più adulti, nei loro ruoli di insegnanti e genitori, sebbene auguri di non dimenticare mai di essere stati giovani, ricordo che è doveroso guidare con serietà e saggezza le nuove generazioni.
Spero, per questo, che gli insegnanti sappiano individuare con passione, entusiasmo e competenza percorsi educativi mirati per la piena valorizzazione dei talenti individuali, aiutando voi giovani a raggiungere un arricchimento culturale di largo respiro e una buona educazione ai valori della vita, al rispetto reciproco e alla solidarietà.

Il Dirigente Scolastico
Ing. Antonello Scalamandrè

Condividi l'articolo
Redazione
Redazione
Tropeaedintorni.it nasce come sito web indipendente nel 1994 e, dal 6 dicembre 2007, diventa Testata giornalistica (reg. n° 5 presso il Tribunale di Vibo Valentia). Redazione e amministrazione via Degli Orti n° 15 – 89861 Tropea (VV)