Missionario della misericordia

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

 

Missionario della misericordia.

240aPapa Francesco nel suo videomessaggio del 18 settembre:  «Vengo a Cuba “come missionario della misericordia” e “della tenerezza di Dio” e per incoraggiarvi “ad essere missionari dell’amore infinito di Dio. – Tutti i media ufficiali dello Stato cubano hanno dato ampio risalto alle parole del Pontefice che ha detto di compiere questa missione per condividere la fede e la speranza in Gesù». 

«Vengo a Cuba “come missionario della misericordia e della tenerezza di Dio”. A nessuno manchi la testimonianza della nostra fede, del nostro amore. Tutto il mondo sappia che Dio perdona sempre, che Dio è sempre accanto a noi, che Dio ci ama.
Gesù vi ama moltissimo, Gesù vi ama sul serio. Egli vi porta sempre nel suo cuore, Lui sa meglio di chiunque altro ciò che è necessario a ognuno, ciò cui aspira, qual è il suo desiderio più profondo, come è il nostro cuore.
E quando non ci comportiamo come si aspetta, sempre ci resta accanto, pronto ad accoglierci, a confortarci, a darci una nuova speranza, una nuova possibilità, una nuova vita, perché non ci abbandona mai».

Dal Vangelo di questa domenica (XXV del Tempo Ordinario)
Gesù chiese ai suoi discepoli: «Di che cosa stavate discutendo per la strada?». Ed essi tacevano. Per la strada infatti avevano discusso tra loro chi fosse più grande. Sedutosi, chiamò i Dodici e disse loro: «Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti».
E, preso un bambino, lo pose in mezzo a loro e, abbracciandolo, disse loro: «Chi accoglie uno solo di questi bambini nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato». (Mc 9,30-37)

240alba550

Condividi l'articolo