Nasce “La Velina”, il nuovo giornalino scolastico

Sponsor editoriale la Romano Arti Grafiche.

Tropeaedintorni.it ha fornito ai ragazzi il supporto per l’impaginazione.

Scalamandrè e Romano presentano il progetto di giornalismo di fronte agli studenti e ai collaboratori delle maggiori testate regionali Mazzocca e Saccà

E’ nata “La Velina”. No, non si tratta di una bellissima giovane ragazza che svolazza sul bancone di Striscia la Notizia, ma di un giornalino scolastico realizzato dai bambini della scuola primaria di Tropea. Con una festosa conferenza stampa, allestita presso la scuola di via Coniugi Crigna, alla presenza del Dirigente Scolastico Ing. Scalamandrè, del gruppo di lavoro delle classi protagoniste del progetto, di giornalisti delle testate provinciali, dello sponsor editoriale, Mario Romano, della ditta “Romano Arti Grafiche”, è stato illustrato il percorso didattico educativo pluriennale. Nello specifico si tratta di un progetto multidisciplinare per la conoscenza dell’ambiente e della società attraverso l’Informazione giornalistica“. Vuole essere anche un modo per creare un ponte comunicativo tra i diversi ordini di scuola – dice la responsabile del progetto l’insegnante Caterina Sorbilli – da quest’anno, infatti, le scuole dell’infanzia, di primo grado e la secondaria di primo grado sono tutte sotto l’unica bandiera dell’Istituto Comprensivo di Tropea, quindi il giornalino sarà aperto a tutti i ragazzi che frequentano queste scuole, può rappresentare il mezzo per costruire una continuità verticale fattiva e partecipativa”. I protagonisti principali sono i bambini delle attuali classi IV della Primaria, che già dallo scorso anno scolastico hanno avuto modo di approcciarsi al mondo della Stampa attraverso un percorso storico culturale, che ha evidenziato le peculiarità, la nascita e la diffusione della stampa come mezzo sociale di diffusione delle idee nel corso dei secoli; la progettazione del giornalino realizzato graficamente anche grazie all’aiuto di un altro sponsor, il mensile Tropeaedintorni.it, poggia su un lavoro laboratoriale realizzato nel Tempo Pieno attivo a Tropea, ideato e strutturato quindi secondo le caratteristiche dei laboratori multidisciplinari. Il preside Scalamandrè è apparso molto soddisfatto per la realizzazione di questo giornalino soprattutto in riferimento al fatto che sempre più importante trovare canali comunicativi che possano far meglio interagire la scuola con l’extra scuola anche attraverso i più innovativi mezzi di comunicazione: “Le classi coinvolte direttamente nel progetto sono le attuali quarte, dopo una lunga preparazione durata tutto lo scorso anno sono riusciti a creare questo prodotto, la cui importanza sta nella comunicazione sana e seria che questi piccoli giornalisti dovranno imparare ad attuare. Comunicare è sempre più importante; questo progetto può essere un mezzo concreto di comunione tra le diverse anime della scuola, per la realizzazione di obiettivi interculturali e di apertura al territorio”. Anche Mario Romano, presidente dei giovani di Confindustria di Vibo ha espresso viva soddisfazione e la piena condivisione del progetto: “Bisogna investire nella scuola ed io credo fermamente in questo progetto. Sono felicissimo di aver contribuito e non mi sento solo uno sponsor economico, ma sono convinto dell’importanza di partecipare a progetti scolastici come chiave di sviluppo culturale e sociale; il ruolo della stampa è importante e strategico sempre, soprattutto se questa viene posta come mezzo per cogliere gli aspetti fondamentali ed importanti della realtà in cui si vive”. L’editoriale del numero zero di questo aperiodico si conclude con queste parole “L’unione fà la forza. Forza bambini di ogni età, il giornale è vostro”, un invito ad essere protagonisti ancora una volta di una bella esperienza realizzata grazie alla scuola.

Condividi l'articolo