Cerimonia d’inizio del processo di beatificazione di Natuzza Evolo

Diretta streaming anche dalla pagina facebook di tropeaedintorni.it

Si prevedono centinaia e migliaia di pellegrini provenienti da diverse regioni italiane che fin dal mattino visiteranno la tomba di Mamma Natuzza e i luoghi della Villa della gioia

Natuzza Evolo

Il giorno tanto atteso da migliaia di devoti e fedeli di Mamma Natuzza è quasi arrivato. Domani, sabato 6 aprile, verrà ufficialmente avviata l’inchiesta diocesana sulla fama di santità e sulle virtù eroiche della serva di Dio Natuzza Evolo.
La cerimonia avrà inizio alle ore 17:00 con la solenne concelebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo della diocesi di Mileto – Nicotera – Tropea Mons. Luigi Renzo sul sagrato antistante la grande Chiesa dedicata al Cuore Immacolato di Maria, rifugio delle anime, nella spianata della villa della gioia.
La macchina organizzativa dell’evento è già in movimento da diverse settimane, coordinata da don Antonio Russo, rappresentante della diocesi, ente organizzatore, in stretta collaborazione con i responsabili della fondazione “Cuore Immacolato di Maria, rifugio delle anime” di Paravati.
Ad animare la solenne eucarestia sarà un coro composto da oltre 150 cantori, provenienti da tutto il territorio provinciale e sono previsti oltre un centinaio di sacerdoti che faranno da corona al Vescovo Renzo e ad altri presuli provenienti dalle diocesi calabresi.
Numerose le autorità civili e militari che presenzieranno al sacro rito di inizio della causa di beatificazione di Mamma Natuzza e tantissimi anche gli accrediti da parte dei giornalisti, fotoreporter e cineoperatori di diverse emittente televisive e testate giornalistiche locali e nazionali.
L’evento religioso verrà trasmesso in diretta televisiva sulle emittenti televisive la CTV e TelepadrePio.
Si prevedono centinaia e migliaia di pellegrini provenienti da diverse regioni italiane che fin dal mattino visiteranno la tomba di Mamma Natuzza e i luoghi della Villa della gioia.
Subito dopo la celebrazione della Santa Messa, si svolgerà la prima sessione pubblica dell’inchiesta diocesana con il giuramento dei componenti del tribunale deputato a raccogliere nel corso dei prossimi anni tutti i documenti riguardanti la vita e la fama di santità di questa umile e semplice donna di fede, strumento nelle mani di Dio che ha saputo accompagnare e consolare tantissimi fedeli che accorrevano a lei e la testimonianza di coloro che più da vicino l’hanno conosciuta.

Condividi l'articolo
Caterina Sorbilli
Caterina Sorbilli
Docente nelle scuole del I ciclo, collaboratrice storica di Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritta all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.