La nuova Giunta di Tropea

Comunicate le nuove nomine dell’organo esecutivo comunale

Dopo la votazione del primo punto la minoranza ha abbandonato l’aula

La sala del Consiglio - foto Libertino
La sala del Consiglio – foto Libertino

La nuova Giunta dell’amministrazione di Tropea  è ora ufficiale.
Ieri sera, infatti, durante la seduta del Consiglio, sono state comunicate le nuove nomine dell’organo esecutivo comunale, stabilite tempo addietro dal primo cittadino Adolfo Repice in seguito alle dimissioni da assessore di Francesco Arena.
Durante l’assise sono state prese altre decisioni, come quella di riconoscere due gruppi di musica popolare e amatoriale di interesse comunale, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, la decisione di mantenere la partecipazione comunale nelle società partecipate dall’Ente e infine la formulazione della richiesta di provincializzare un tratto di strada già indicato come “SP22”.
Alla seduta era assente il sindaco ed i consiglieri Francesco Arena e Paolo Ceraso. Presenti dall’inizio tutti gli esponenti della minoranza. In apertura, il capogruppo di “Uniti per la Rinascita” Roberto Scalfari ha chiesto al presidente del Consiglio Nino Valeri una copia della relazione allegata alla deliberazione n° 502 del 2010 della Corte dei Conti, che non era allegata alla stessa. Subito dopo l’appello, tutti e cinque i rappresentanti dell’opposizione (Gaetano Vallone, Roberto Scalfari, Giuseppe De Vita, Massimo L’Andolina e Mario Sammartino) si sono astenuti dalla votazione del primo punto all’ordine del giorno, ovvero la lettura ed approvazione dei verbali della seduta del 29 novembre, e successivamente hanno abbandonato l’aula.
In seguito, il presidente Valeri ha passato la parola a Rodolico affinché relazionasse sui rimanenti cinque punti all’Odg. Il vicesindaco ha così illustrato il secondo e terzo punto, entrambi mirati a riconoscere i due gruppi folkloristici cittadini, il “Città di Tropea” e le “Chiazzarole”, tra quelli di interesse comunale. I punti sono passati all’unanimità e, su richiesta del presidente Valeri, hanno avuto immediata esecutività, così da dare la possibilità ai due gruppi di partecipare ad un progetto di promozione culturale di livello nazionale, al quale sono stati invitati tutti gli 8100 comuni d’Italia.

La sala del Consiglio - foto Libertino
La sala del Consiglio – foto Libertino

Grazie a questa iniziativa del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, i gruppi riconosciuti tra quelli di interesse comunale otterranno il diritto di avere un proprio spazio al Museo delle tradizioni popolari di Roma durante una manifestazione nazionale e infine potranno anche esibirsi in concerto.
Rodolico ha poi relazionato sul quarto punto all’ordine del giorno, finalizzato all’autorizzazione del mantenimento delle attuali partecipazioni societarie dell’ente comunale. Stando a quanto affermato dal vicesindaco, in base ad una ricognizione delle società partecipate, «è stata verificata la sussistenza dei requisiti utili al mantenimento della partecipazione comunale». Il punto è stato perciò votato all’unanimità, e così il comune manterrà la propria partecipazione nel “Consorzio intercomunale”, nel “Consorzio energia veneta”, nell’“Asmet” e nell’“Asmenet Calabria Srl”.

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta
Docente ordinario di Lingua e letteratura italiana e Storia presso il Nautico di Pizzo (VV), è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti. Ha diretto varie testate giornalistiche, tra cui Tropeaedintorni.it