Maratona della Bibbia con gli scouts

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Maratona della Bibbia con gli scouts.

A Milano, nei giorni scorsi, si è tenuta una singolare maratona, non nuova e  non semplice: quella della lettura integrale e ininterrotta della della Bibbia ad opera del gruppo scout. Non nuova, perché ci sono state altre ripresentazioni del genere nell’universo cattolico; non semplice, perché non è affatto semplice addentrarsi e proseguire nella lettura di un testo che per molti rimane chiuso, almeno nella sua lettura integrale.  Infatti quanti nomini, quanti eventi e quante situazioni non ci sono per niente familiari.
– E infine una bella iniziativa dedicata ad un prete scout e partigiano dell’umanità scomparso il 4 ottobre e che, alla maniera degli scout, portava un nome decisamente sollecitante “Aquila randagia“.

♦ Milano. La singolare maratona si è protratta dal 14 ottobre 2018 fino a sabato 20 ottobre nella cappella San Giorgio della Casa scout. La lettura integrale e ininterrotta della Bibbia promossa dagli scout milanesi è stata dedicata a don Giovanni Barbareschi, da poco scomparso.
♦ A darsi il cambio sull’ambone sono stati ragazzi e adulti, milanesi e dell’hinterland, singoli, gruppi di preghiera e associazioni. L’iniziativa si è svolta in un clima di entusiasmo e di attenzione, coinvolgendo più di dieci persone all’ora.
♦ La maratona delle Scritture è andata avanti fino a sabato 20 ottobre quando, a chiudere l’evento con la lettura degli ultimi capitoli del libro dell’Apocalisse, sono stati il sindaco Giuseppe Sala e l’arcivescovo di Milano monsignor Mario Delpini.
♦ Fra i lettori si si sono alternati anche Filippo Del Corno, l’assessore del Comune di Milano, monsignor Giovanni Giudici, vescovo emerito di Pavia, mentre il presidente del Consiglio Comunale Lamberto Bertolè già in precedenza aveva letto un capitolo del Deuteronomio.
«L’iniziativa è stata aperta a tutti, cristiani di ogni confessione, fedeli di altre religioni, atei e scettici.
Anche chi non credeva ha potuto trovare nella Bibbia uno strumento utile per guardare alla vita e al tempo in cui viviamo con occhi diversi».
Per contribuire all’impresa come lettore è bastato iscriversi sul sito web bibbiamilano2018.it oppure presentarsi direttamente in loco, in via Burigozzo 11.
  La porta è rimasta sempre aperta anche per chi ha voluto semplicemente ascoltare.
La lettura è stata dedicata a don Giovanni Barbareschi, scout, partigiano e Aquila randagia, scomparso il 4 ottobre.

(fonte: cf Avvenire.it)

Leggi il profilo  di don Giovanni Barbareschi, scout, partigiano e Aquila randagia, scomparso il 4 ottobre 2018.

A Milano, nei giorni scorsi, si è tenuta una singolare maratona, non nuova e non semplice: quella della lettura integrale e ininterrotta della della Bibbia ad opera del gruppo scout.La bella iniziativa è stata dedicata ad un prete scout e partigiano dell’umanità scomparso il 4 ottobre e che, alla maniera degli scout, portava un nome decisamente sollecitante “Aquila randagia”.

Condividi l'articolo