Nel 2019 il Centenario dall’Incoronazione di M. S. di Portosalvo

Ottima organizzazione del comitato formato da Accorinti, Mazzitelli, Scoordamaglia e Crigna

Il prof. Meligrana: «Il culto della Madonna di Portosalvo è connesso, come suggerisce lo stesso titolo, con la tradizione marinara degli abitanti di Parghelia, che affidavano alla protezione della Vergine la propria sicurezza sui mari»

Fiordaliso, “La Combriccola del Blasco” ed il comitato formato da Accorinti, Mazzitelli, Scoordamaglia e Crigna

I festeggiamenti in onore della Madonna di Portosalvo si sono conclusi con un arrivederci al prossimo anno – e precisamente alla seconda domenica di agosto 2019- quando si celebrerà il Centenario dall’Incoronazione di Maria Santissima di Portosalvo. Riportiamo di seguito uno scritto, sintesi di uno studio condotto dal prof. Luciano Meligrana, che spiega l’origine del culto e la concessione della festa da parte della Sacra Romana Congregazione dei Riti: «Il culto della Madonna di Portosalvo è connesso, come suggerisce lo stesso titolo, con la tradizione marinara degli abitanti di Parghelia, che affidavano alla protezione della Vergine la propria sicurezza sui mari, come si legge in molti documenti di archivio e come ancora oggi testimoniano i numerosi ex voto che si possono ammirare nella sacrestia della Chiesa.
Al mare ci riporta anche la leggenda relativa all’arrivo dell’Immagine a Parghelia: la stessa nave che, giunta di fronte a Tropea, “trattenuta da una forza invisibile”, non poté proseguire il suo viaggio, se non dopo aver consegnato alla città il quadro della Madonna di Romania, si fermò nuovamente “in modo misterioso, dopo pochi minuti, davanti a Parghelia, presso uno scoglio che anche oggi è chiamato ‘lo scoglio della Madonna’. […] Lasciato il secondo quadro, quello della Madonna di Portosalvo, al lido di Parghelia, la nave proseguì il suo corso”».

Nel 2019 il Centenario dall’Incoronazione di Maria Santissima di Portosalvo – foto Libertino

Sempre il prof. Meligrana spiega: «Il titolo di ‘Portosalvo’ risale, in Parghelia, almeno al 1585, anno in cui Sisto V concesse l’indulgenza plenaria in articulo mortis ai membri di una confraternita e ai comuni fedeli, che, in giorni particolari, a particolari condizioni e dopo aver compiuto opere di misericordia, di pietà e di carità avessero visitato la Chiesa della Beata Maria nel casale di Parghelia.
In seguito, tenuta presente questa antichità di culto, la Sacra Romana Congregazione dei Riti, con rescritto del 24 gennaio 1917, concesse che la festa in onore della Madonna di Portosalvo si celebrasse con rito doppio di prima classe e l’ottava comune il sabato precedente la seconda domenica di agosto.
Un decreto del Capitolo Vaticano del 10 agosto del 1919 incoronava poi di corona d’oro l’immagine di Maria Santissima di Portosalvo venerata in Parghelia».
I festeggiamenti del novantanovesimo anno dall’incoronazione di Maria Santissima di Portosalvo si sono svolti soprattutto grazie all’ottima organizzazione del comitato “Festa della Madonna di Portosalvo” formato da Antonino Accorinti, Michele Scordamaglia, Francesco Crigna e Giuseppe Mazzitelli. Sabato sera, vigilia della festa, è andata in scena “La Combriccola del Blasco”, il tributo a Vasco Rossi, la cover band che ha riproposto alcuni tra i più grandi successi del cantante emiliano. Domenica si è svolta la processione in onore della Madonna e la sera c’è stato il concerto della cantante Fiordaliso al termine del quale la serata si è conclusa con i fuochi pirotecnici. Già si pensa all’organizzazione della grande festa che sarà celebrata nell’agosto del 2019: il Centenario dall’Incoronazione di Maria Santissima di Portosalvo.

Il video della processione del 12 agosto 2018

 

Condividi l'articolo
Francesco Marmorato
Francesco Marmorato
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.